Cadavere in un canale, svolta nelle indagini: ritrovato un biglietto

Il cadavere rinvenuto nella mattinata di ieri in un canale a Piombino, in provincia di Livorno, apparterebbe ad un insegnante di 57 anni che si sarebbe tolto la vita.

Carabinieri
Carabinieri (Vincenzo De Bernardo – Adobe Stock)

Nell tarda mattinata di ieri, il cadavere di un uomo è stato ritrovato in un canale sulla strada che conduce al porto di Piombino, in provincia di Livorno. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno provveduto agli accertamenti per risalire alle cause del decesso e alle operazioni di identificazione della salma. Il cadavere presentava una ferita alla testa ed in un primo momento si era pensato ad un omicidio, ma gli accertamenti delle forze dell’ordine hanno permesso di chiarire che si è trattato di un gesto volontario dell’uomo, un insegnante di 57 anni.

Livorno, identificato il cadavere rinvenuto in un canale: sarebbe un insegnante di 57 anni

Sono emersi nuovi dettagli sul ritrovamento del cadavere di un uomo nella mattinata di ieri, giovedì 15 luglio, a Piombino, comune in provincia di Livorno.

Carabinieri
Carabinieri (ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Il corpo è stato rinvenuto in un fosso sulla strada che conduce al porto del comune nel livornese. Lanciato l’allarme, sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno provveduto all’identificazione della salma e avviato le indagini per chiarire cosa potesse essere accaduto. Il corpo, che presentava una ferita alla testa, riporta la redazione de Il Tirreno, apparterrebbe ad un insegnante di 57 anni originario dell’Isola d’Elba.

Leggi anche —> Figlio di un allenatore di calcio muore annegato in piscina: disposta l’autopsia

L’uomo, secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, si sarebbe tolto la vita con un colpo di pistola alla testa. In un primo momento, si era pensato ad un possibile omicidio, ma i carabinieri poco dopo hanno chiarito la dinamica dell’accaduto. A far emergere la verità, scrive la redazione de Il Tirreno, un biglietto d’addio lasciato dal 57enne e ritrovato dai militari dell’Arma.

Leggi anche —> Scontro frontale sulla provinciale: padre e figlia perdono la vita

Carabinieri
(ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Da accertare adesso le ragioni che hanno spinto l’insegnante a compiere il gesto estremo, motivazioni che non è chiaro se siano contenute nel messaggio ritrovato dai carabinieri.