Antonino Cannavacciuolo, quel pesante problema: come si è salvato

Antonino Cannavacciuolo ha vissuto problematiche con la bilancia, ma è riuscito a ritrovare la forma grazie a una drastica decisione.  

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonino Cannavacciuolo (@antoninochef)

Spontaneo, amatissimo dal pubblico e talento unico ai fornelli. Antonino Cannavacciuolo è tra gli chef più amati dal pubblico noto per la sua partecipazione a famosi programmi tra cui “Cucine da incubo” e “Master Chef”, in cui si è distinto ricoprendo il ruolo di giudice. Mago in cucina, il segreto dei suoi piatti sta nel sapere coniugare, in una perfetta sinfonia, tradizione e innovazione, mare e terra.

Classe 1975, di origini napoletane, ha scelto fin da giovane la strada nel settore culinario ereditando questa passione dal padre, docente all’Istituto Alberghiero di Vico. Dai primi passi in cucina, mossi a soli 13 anni, è diventato negli anni uno chef pluristellato a capo di ristoranti, da quest’estate sei,  sfondando inoltre nel mondo televisivo. Ironico e carismatico, il re dei fornelli ha tuttavia svelato come abbia avuto problematiche nel corso della sua vita proprio legate al cibo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >  Anna Tatangelo e la chirurgia estetica: com’era prima e com’è adesso. La riconoscereste? – FOTO

Antonino Cannavacciuolo: grande cambiamento nello stile vita

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Chiara Ferragni e Fedez, vacanze da favola: la location è sbalorditiva. Fan incantati

Antonino Cannavacciuolo ha svelato come nel corso della sua vita abbia avuto problemi con la linea. Nell’ambito di un’intervista al settimanale Oggi ha raccontato come abbia avuto un importante aumento di peso che lo ha spinto a invertire la rotta nel suo approccio allo stile di vita.

“Pesavo tanto, sono arrivato a 155 chili, mi sentivo stanco e dormivo male. Così tre anni fa ho detto basta e mi sono comprato un tapis roulant. La mattina faccio camminata veloce e pesi, non seguo una dieta, sto solo un po’ più attento non mi tolgo niente”, il racconto dello chef.

Grazie a queste azioni quotidiane Antonino è riuscito a perdere trenta kg. Tra movimento e maggior attenzione agli alimenti scelti, seppur non abbia seguito una vero e proprio regime dietetico, il cuoco è riuscito a conquistare una forma fisica più asciutta passando da una taglia 66 a una 60.

Se una sera abbonda a tavola con gli amici, il giorno dopo si dedica allo sport scegliendo piatti leggeri. Il nuovo stile di vita ha permesso al cuoco di ritrovare la propria forma, senza tuttavia rinunciare al gusto.