Orrore in una casa di riposo: anziana uccisa a coltellate mentre si trovava in giardino

Nel pomeriggio di ieri, un’anziana di 78 anni è stata uccisa a coltellate da un uomo introdottosi nella casa di riposo di Lana (Bolzano), dove la vittima si trovava.

Carabinieri
(bepsphoto- AdobeStock)

Omicidio nel pomeriggio di ieri in una casa di riposo di Lana, in provincia di Bolzano. Una donna di 78 anni è stata assassinata mentre si trovava nel giardino della struttura insieme ad altri ospiti. Secondo quanto ricostruito, la donna sarebbe stata aggredita da un uomo che, introdottosi nel giardino, l’ha colpita diverse volte con un coltello. I sanitari della casa di riposo hanno bloccato l’uomo, ma per la vittima era ormai troppo tardi. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 ed i carabinieri.

Bolzano, orrore in una casa di riposo: anziana uccisa a coltellate mentre si trovava in giardino

Orrore nella casa di riposo Lorenzerhof di Lana, comune in provincia di Bolzano. Nel pomeriggio di ieri, domenica 18 luglio, una donna di 78 anni, Maria Waschler, ospite della struttura, è stata uccisa a coltellate da un uomo.

Ambulanza
(Getty Images)

La vittima, come riporta la redazione de Il Dolomiti, si trovava nel giardino della casa di riposo insieme ad altri anziani, quando un uomo si è introdotto e l’ha aggredita con un coltello da cucina colpendola ripetutamente. I sanitari della struttura sono intervenuti, bloccando il responsabile e lanciando immediatamente l’allarme.

Leggi anche —> Lite tra vicini di casa sfocia nel sangue: 59enne ucciso a coltellate

Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 con a bordo l’equipe medica che non ha potuto far nulla per la 78enne. I medici ne hanno potuto solo constatare il decesso, sopraggiunto per le gravissime ferite riportate.

Leggi anche —> Incendio in un terreno mentre bruciano sterpaglie: morta una donna, gravissimo il marito

Intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Merano che hanno arrestato l’uomo, di cui non è stata resa nota l’identità, ed ora stanno indagando per chiarire la dinamica ed il movente del delitto.

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Da quanto emerso sino ad ora, scrive Il Dolomiti, pare che il responsabile conoscesse la Waschler ed in passato abbia vissuto con lei. Non è chiaro, però, cosa abbia potuto spingerlo a compiere un simile gesto.