Gatti, rimproverarli è possibile ma nel modo giusto: ecco come

Avete mai avuto paura di sbagliare nel rimproverare i vostri gatti? Ecco il modo giusto per non arrecare loro dei traumi. 

Gatti sgridarli rimproverarli come
Gatti (Getty Images)

Sebbene molti padroncini restino dell’idea che ognuno può decidere liberamente dell’educazione e dell’addestramento del proprio animale da compagnia. In realtà, stando al parere degli esperti in materia, pare che esistano dei gravi errori che potrebbero essere commessi involontariamente e con frequenza, divenendo poi difficili da recuperare con il passare del tempo.

Allora per evitare di commettere tali sbagli, ed assicurare in egual modo una corretta educazione di base ai vostri gatti, sarà sufficiente seguire i semplici e risolutori accorgimenti nei loro confronti contenuti più avanti.

Leggi anche —>>> Gatti e caldo: consigli per sopravvivere e trascorrere un’estate serena

Gatti, rimproverarli è possibile ma nel modo giusto: ecco come

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @musetti_animaletti

Potrebbe interessarti anche —>>> L’app rivoluzionaria per chi possiede animali domestici. Non potrete farne a meno

Innanzitutto vi è bisogno di comprendere il loro mondo e le loro necessità, ancor prima di generare fittizie aspettative comportamentali nei loro confronti. Un esempio lampante può essere quello di privare forzatamente il vostro gatto di alcuni istinti fondamentali. Come quello di tirar fuori gli artigli e limarli in ogni dove. Qui, piuttosto che indurli a smettere di compiere un’azione normale per la loro indole e fondamentale per la loro sopravvivenza, il metodo corretto sarebbe quello di acquistare un tiragraffi, in cartone o altro materiale. In modo tale che tale oggetto possa permettere al vostro gatto di dilettarsi al meglio con esso. E permettere anche al vostro arredamento, quanto alla vostra pazienza, di restare intatti.

In egual misura manifestare il vostro disappunto per un suo comportamento sbagliato, urlandogli contro, non sarà di certo per lui forma di apprendimento. Potreste, invece di spaventarlo senza un effettivo tornaconto, come nel precedente caso del tiragraffi reindirizzare la sua attenzione. Magari ricorrendo ad un atteggiamento propositivo spingendolo verso altre più corrette attività. E soprattutto in un’orario consono. Perciò evitate di agire in un suo momento di stanchezza.

Gatti sgridare rimproverarli come
Gatti (Getty Images)

Infine alcune punizioni possono essere avvertire dall’esemplare in questione come dei puri atti di crudeltà, la modalità più consigliata dagli esperti è quella di mantenere sempre una ferrea decisione nei vostri ammonimenti. Soltanto costanza e pazienza potranno trasmettere loro un’educazione duratura ed altrettanto soddisfacente.