Uomo ucciso con un colpo di pistola: arrestato assessore della Lega

Un assessore della Lega di Voghera (Pavia) è stato arrestato con l’accusa di aver sparato ed un ucciso un uomo di origini marocchine.

Carabinieri
Carabinieri (Equatore – Adobe Stock)

Tragedia a Voghera (Pavia) dove nella serata di ieri, martedì 20 luglio, un uomo di 39 anni di origini marocchine è stato raggiunto da un colpo di pistola al culmine di una lite in piazza. Ad esploderlo pare sia stato l’Assessore alla Sicurezza della Lega Massimo Adriatici. L’avvocato sarebbe stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, riporta la redazione de Il Messaggero.

Voghera, assessore della Lega arrestato: avrebbe sparato ed ucciso un marocchino

L’avvocato Massimo Adriatici, assessore alla Sicurezza della Lega di Voghera, sarebbe accusato di aver sparato e ucciso un uomo di 39 anni di origini marocchine al culmine di una lite scoppiata in piazza.

Ambulanza
Ambulanza (Maksim Shebeko – Adobe Stock)

I fatti si sarebbero svolti ieri, martedì 20 luglio intorno alle 22. Il 39enne sarebbe stato trasportato in codice rosso presso l’Ospedale, ma una volta giunto presso il nosocomio il suo cuore avrebbe smesso di battere. Stando a quanto riferiscono fonti locali e la redazione de Il Messaggero, la vittima e l’Assessore avrebbero iniziato a litigare all’interno di un bar. Secondo quanto emerso dalle prime indagini pare che la vittima stesse disturbando alcuni clienti dell’attività. Per tale ragione Adriatici avrebbe contattato la Polizia. L’uomo di origini marocchine, riporta sempre Il Messaggero, avrebbe sentito della telefonata e per tale ragione si sarebbe scagliato contro l’avvocato. A quest’ultimo, in possesso di una calibro 22 regolarmente detenuta, sarebbe partito un colpo il quale avrebbe ferito gravemente il 39enne tanto da far risultare vani sia il repentino arrivo del 118 che il trasporto in ospedale.

Leggi anche —> Investita da un autobus mentre va a lavoro: morta una donna

Alla base della discussione, invece riportano altre fonti locali e quella di Leggo, un’ordinanza emanata alcuni giorni fa dallo stesso Adriatici con cui veniva vietata la vendita di alcolici all’interno di bottiglie di vetro. Una decisione assunta all’esito di alcuni accadimenti che avevano visto ingaggiare violente risse con utilizzo dei vetri quali armi per ferire.

Leggi anche —> Orrore in una casa di riposo: anziana uccisa a coltellate mentre si trovava in giardino

Sulla vicenda indagano i carabinieri che ora dovranno fare maggior chiarezza sull’accaduto e comprendere la dinamica esatta dei fatti. Saranno gli ulteriori accertamenti da parte dei militari a chiarire la posizione di Adriatico.

Carabinieri
Carabinieri (marcodotto – Adobe Stock)

Intanto, riporta il Messaggero, l’Assessore alla Sicurezza della Lega è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.