Caterina Balivo preoccupata, che tragedia. Non ci voleva altra sofferenza

La nota conduttrice Caterina Balivo non ha nascosto la preoccupazione, non ci voleva una simile tragedia, altro dolore alla vita. 

Caterina Balivo
Caterina Balivo (Getty Images)

Caterina Balivo è la nota conduttrice napoletana che tanto è amata dai suoi fan. Una persona sempre solare, disponibile, semplice ed empatica. Sono milioni le persone che la seguono sui social. nell’ultimo periodo si sta concedendo dei momenti di relax con la sua famiglia.

Una tragica notizia però ha scombussolato la loro vacanza, Caterina non ha potuto contenere la sua preoccupazione ed il suo dolore, una tragedia simile ha sconvolto le vite di moltissime persone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Raffaella Carrà e quella profezia su Mancini. Dopo 26 anni si è avverata

Caterina Balivo senza parole per l’incidente avvenuto a Capri

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Il Volo, uno dei tre tenori si innamora di una conduttrice. La coppia a sorpresa . Belli vero?

Caterina Balivo è in vacanza con la sua famiglia, in estate non rinunciano mai a qualche tuffo nelle bellissime acque dell’Italia, negli ultimi giorni la conduttrice si sta girando la Costiera Amalfitana e sta godendo del buon cibo e delle bellissime giornate di sole.

Ieri però una notizia la ha sconvolto la giornata, purtroppo sull’isola di Capri, un pullman con a bordo diverse persone, è precipitato su Marina Grande facendo un volo di 5 metri. La notizia si è diffusa rapidamente, a perdere la vita il conducente del mezzo, Emanuele Melillo di 33 anni. Si sta cercando di capire cosa sia successo al mini-bus pieno di persone (era l’ora di punta), forse un malore ha colpito Emanuele o un guasto al mezzo, fatto sta che l’andatura era di 20 km all’ora.

Il messaggio di Caterina è stato commentato e condiviso da milioni di utenti della piattaforma digitale.

Caterina Balivo
Caterina Balivo (Getty Images)

La conduttrice abbraccia virtualmente anche la compagna di Emanuele in dolce attesa, la coppia era felice per l’arrivo di questo bambino ma la vita è stata beffarda e tutto è finito tra le lamiere del guard rail che delimitava la strada dalla scarpata.