Tokyo 2020, infuria la protesta: centinaia di manifestanti si ribellano fuori dallo Stadio

A poche ore dall’inizio della cerimonia di apertura, infuria la protesta nei confronti delle Olimpiadi di Tokyo 2020: centinaia di manifestanti si radunano fuori dallo stadio

Tokyo 2020
Olimpiadi di Tokyo (Getty Images)

E’ iniziata alle 13.00 (ora italiana) la cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020, che ha visto sfilare le Nazioni partecipanti di fronte ad un pubblico di pochi eletti, tra i quali figurava l’imperatore Naruhito. La competizione si svolgerà in un clima senza dubbio straordinario, in assenza di pubblico a causa della pericolosa risalita del numero dei contagi. Anche da dietro le mascherine, è possibile percepire la volontà degli atleti di concentrarsi sulla gara e di dimenticare, pur solamente per due settimane, tutte le complicazioni del caso. Tuttavia, una folla di manifestanti ha pensato bene di radunarsi all’esterno dello Stadio Olimpico per protestare contro le Olimpiadi: la situazione, tutt’altro che tranquilla, è attualmente sotto il controllo della polizia.

NON PERDERTI ANCHE —> YesLife, da Tokyo 2020 a tutte le notizie sul mondo del calcio. E’ una grande sorpresa per gli amanti del Fantacalcio

Tokyo 2020, infuria la protesta: centinaia di manifestanti fuori dallo Stadio

Tokyo 2020
L’imperatore giapponese Naruhito (Getty Images)

NON PERDERTI ANCHE —> Olimpiadi di Tokyo, la decisione è ufficiale: scatta il nuovo stato d’emergenza

La cerimonia di apertura dei XXXII Giochi Olimpici ha visto sfilare per prima la Grecia, come da tradizione. L’Italia si è invece esibita per 18esima, con Jessica Rossi ed Elia Viviani come portabandiera azzurri. La prima ha trionfato alle Olimpiadi di Londra (2012), ottenendo la medaglia d’oro nel tiro a volo, mentre il secondo ha conquistato la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio (2016), trionfando nel ciclismo su pista. La 32esima edizione delle Olimpiadi, che si svolgerà in assenza di pubblico sotto l’occhio vigile dell’imperatore Naruhito, sta tuttavia già suscitando il malcontento generale.

Una folla di manifestanti – qualche centinaia, stando alle testimonianze – si è infatti radunata all’esterno dello Stadio Olimpico, per protestare contro lo svolgimento dei Giochi. La decisione di dare il via alla gara non è infatti piaciuta al popolo giapponese, che lamenta la mancata attenzione nei confronti dei contagi da Coronavirus, in netta risalita. Attualmente, la folla viene tenuta a bada dalla polizia locale.

Tokyo 2020
Tokyo 2020 (Getty Images)

Solamente ieri, Tokyo aggiornava il record di infezioni giornaliere da Covid, dichiarando 1.832 nuovi casi. Ciò nonostante, la situazione pandemica