Precipita nel vuoto mentre ripara una finestra: morto un 46enne

Un uomo di 46 anni ha perso la vita a Jesi precipitando dalla finestra della casa della madre, dove si era recato per riparare una finestra.

Ambulanza
Ambulanza (Parilov- AdobeStock)

È precipitato nel vuoto mentre era intento a riparare una finestra in casa della madre. Ha perso così la vita un uomo di 46 anni nella tarda mattinata di ieri a Jesi, in provincia di Ancona. Il 46enne sarebbe caduto da un’altezza di circa 10 metri finendo sull’asfalto. I vicini hanno subito chiamato i soccorsi che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. I sanitari hanno poi trasportato in ospedale la compagna del 46enne che, corsa sul posto, è stata colta da un malore.

Jesi, precipita nel vuoto mentre ripara la finestra della madre: morto un 46enne

Dramma a Jesi, comune in provincia di Ancona, dove nella tarda mattinata di ieri, lunedì 26 luglio, un uomo è morto precipitando dalla finestra di un’abitazione in via Pio La Torre.

Eliambulanza
Eliambulanza (fioriro – Adobe Stock)

La vittima è Stefano Fioretti, operaio metalmeccanico di 46 anni e padre di un bambino piccolo. L’uomo, come riporta la redazione de Il Corriere Adriatico, si era recato in casa della madre, che in quel momento non si trovava nell’appartamento, per aggiustare una finestra che non si chiudeva bene. Mentre effettuava i lavori, per cause ancora da determinare, Fioretti ha perso l’equilibrio ed è precipitato dal terzo piano. Un volo da un’altezza di circa 10 metri che non gli ha lasciato scampo. I vicini sentendo il tonfo hanno subito lanciato l’allarme.

Leggi anche —> Trattore finisce in un canale di irrigazione: giovane agricoltore perde la vita

In pochi minuti sono arrivati gli operatori del 118 bordo di un’ambulanza e di un’eliambulanza. Purtroppo, però, i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 46enne, sopraggiunto sul colpo per le gravissime lesioni riportate nell’impatto al suolo. Presso il luogo della tragedia è arrivata la compagna della vittima che, scrive Il Corriere Adriatico, è stata colta da un malore e trasportata in ospedale per i controlli del caso.

Leggi anche —> Malore durante una sessione di hydrospeed: ragazzo perde la vita

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Intervenuti anche i carabinieri della Compagnia locale che hanno provveduto agli adempimenti per chiarire la dinamica dei fatti. Appurato che si è trattato di una tragica fatalità riferisce Il Corriere Adriatico, il magistrato di turno ha disposto la restituzione della salma ai familiari per le esequie.