Luigi De Magistris a YesLife: “Voglio ridare i diritti che sono stati tolti ai calabresi”

La nostra intervista video a Luigi De Magistris, sindaco di Napoli e candidato alle Regionali in Calabria. Per lui una stagione di lotta e di entusiasmo  

Luigi De Magistris intervista
(Foto ufficio stampa)

Ex magistrato, autore di diversi libri, sindaco della città di Napoli dal 2011 per ben due mandati consecutivi e oggi in corsa per la carica di presidente della Regione Calabria.

Luigi De Magistris, napoletano doc e anche calabrese di adozione per via delle origini di sua moglie ma anche per il forte legame che ha instaurato con questa terra nella quale ha lavorato, oggi, sostenuto da movimenti civici, è in corsa per il decimo piano della Cittadella regionale.

Convinto che la Calabria abbia bisogno di una figura che faccia incontrare e mettere insieme le donne e gli uomini che credono in una Calabria diversa e migliore ha deciso di affrontare questa nuova sfida. Ai nostri microfoni, De Magistris ha tirato le somme del suo impegno politico come primo cittadino del capoluogo campano e ci ha parlato della sfida alle regionali.

Sindaco per lei mesi intensi quelli che verranno da qui all’autunno. Ultime battute da sindaco di Napoli e grandi speranze per la possibilità di una nuova missione, salvare la Calabria, come li vede?

Mesi tosti, difficili con la parte finale del mio mandato di sindaco alla quale tengo molto con delle cose da portare a compimento e poi c’è questa avventura straordinaria che sto iniziando a fare con tantissimo entusiasmo per vincere le elezioni regionali in Calabria. Una stagione di lotta, di impegno, di entusiasmo, di sacrificio, come sono sempre abituato a fare perché mi butto con tutto me stesso nelle cose in cui credo.

Tirando le somme su Napoli, quali le soddisfazioni per quello che ha fatto e quali, invece, i rimpianti per ciò che non è riuscito a fare?

I rimpianti ci sono sempre, tantissime cose in più che avrei voluto vedere realizzate. Io sono uno che non si accontenta mai ma complessivamente sono molto soddisfatto. 10 anni fa Napoli era cancellata dallo scenario internazionale per l’emergenza rifiuti, non c’era turismo, la cultura soffriva, oggi Napoli, prima della pandemia, è la prima in Italia per crescita turistico culturale, al centro degli eventi internazionali. Il bilancio per quanto mi riguarda è più che soddisfacente.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luigi de Magistris (@demagistris)

NON PERDERTI ANCHE –> Riccardo Fogli su i Pooh: “Ora ci sentiamo fragili”, l’intervista a…

Spostandoci alla Calabria, perché questa scelta? Questa terra nella quale ha lavorato e vissuto la sente anche un po’ sua?

La sento mia senz’altro. Sono legatissima a Napoli e alla Calabria. È una scelta d’amore, di passione e di indignazione nel vedere un popolo così straordinario mortificato nei diritti essenziali da una politica incapace, inadeguata, inconcludente e non di rado collusa con ambienti criminali. Voglio dare il mio contributo per passare dal ricatto al riscatto grazie ad una moltitudine di calabresi di cui conoscono fino in fondo le tantissime qualità.

E alle pressioni su una sua uscita di scena per far convergere tutti i voti su una grande coalizione, lei cosa risponde?

Che hanno paura, sia Occhiuto che la Bruni, sia Letta che Berlusconi perché l’unica alternativa per porre fine ad un trasversalismo politico che ha messo in grave difficoltà la Calabria e ne ha impedito lo sviluppo è la nostra. Con la mia candidatura riusciamo a garantire rottura del sistema e affidabilità di governo. Alla fine loro sono apparentemente divisi ma hanno l’unico obiettivo di non farci vincere, ma noi non guardiamo a quel tipo di alleanze ma noi guardiamo al popolo, alla gente. Oggi è finalmente il momento per riscattarsi, liberare e rompere un sistema che ha pensato solo ai propri interessi.

NON PERDERTI ANCHE –> Silvia Salemi a YesLife racconta il suo ritorno in musica: “Ripartire…

Luigi De Magistris intervista
(Foto da Facebook)

E se diventerà presidente, quale sarà la prima cosa che farà per la Calabria?  

Sono tantissime! La situazione è talmente drammatica che è difficile indicare la priorità. La prima cosa che farò è una squadra di governo in cui tutti capiranno che la musica è cambiata, il sistema è cambiato e che finalmente conteranno i calabresi. Io lavorerò per ridare i diritti che sono stati tolti.

FRANCESCA BLOISE 

Per vedere l’intervista completa a Luigi De Magistis guarda il video: