Omicidio in strada: ex elicotterista della Guardia di Finanza ucciso a colpi di pistola

Un uomo di 74 anni, ex elicotterista della Guardia di Finanza, è stato ucciso a colpi di pistola mentre rientrava a casa a Lettere, in provincia di Napoli.

Carabinieri
Carabinieri (mino21 – Adobe Stock)

Omicidio a Lettere, in provincia di Napoli, nella tarda serata di ieri. Un ex elicotterista della Guardia di Finanza di 74 anni è stato assassinato a colpi d’arma da fuoco mentre rientrava a casa in auto. La vittima, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata affiancata dai sicari che avrebbero esploso cinque colpi di pistola da distanza ravvicinata, tre dei quali hanno raggiunto il pensionato. Un passante, vedendo l’auto ferma, ha lanciato l’allarme. Inutili i soccorsi per l’uomo di cui è stato possibile solo constatarne il decesso. Sul caso sono in corso le indagini dei carabinieri.

Napoli, omicidio in strada: ex elicotterista della Guardia di Finanza ucciso a colpi di pistola

Domenico Giordano, 74enne ex elicotterista della Guardia di Finanza, è stato assassinato nella tarda serata di ieri, domenica 1 agosto, a Lettere, comune in provincia di Napoli.

Ambulanza
(R. Rose – Adobe Stock)

Un vero e proprio agguato quello messo in atto dai responsabili che, stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, come riporta la stampa locale e la redazione di Fanpage, avrebbero affiancato l’auto del pensionato ed aperto il fuoco. L’uomo, che stava rientrando a casa alla guida della sua Renault Clio, è stato raggiunto da tre dei cinque proiettili esplosi dai sicari. Un passante, notando l’auto ferma in strada, ha chiamato i soccorsi.

Leggi anche —> Corpo di uno studente rinvenuto carbonizzato: emergono nuovi elementi

Sul posto sono arrivati i sanitari, ma per Giordano non c’è stato nulla da fare. Intervenuti anche i carabinieri di Castellammare di Stabia che hanno avviato le indagini per ricostruire le fasi del delitto e risalire ai responsabili.

Leggi anche —> Uomo rinviene il fratello in una pozza di sangue: l’ipotesi degli inquirenti

Al momento, riporta Fanpage, l’ipotesi più accreditata al vaglio degli inquirenti è quella secondo la quale si sarebbe trattato di uno scambio di persona. Da quanto emerso, la vittima era incensurata e non risultava coinvolta in affari legati alla criminalità.

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Quanto accaduto nella serata di ieri ha sconvolto la comunità di Lettere, il cui sindaco Sebastiano Giordano ha affermato: “Conoscevo la vittima da quando ero piccolo – riporta Fanpageperché abitavo vicino alla sua abitazione. Lui ed il fratello sono persone tranquille, riservate ed educate. Quello che è successo è inspiegabile“.