Scialpi lancia un appello: “Sono disposto anche a fare il cameriere”

Il cantante Scialpi detto anche “Shalpy” ha confessato di trovarsi in una situazione economica di indigenza per via della crisi provocata dalla pandemia.

Scialpi lancia appello disposto a fare anche il cameriere
Scialpi (Instagram)

Il cantante famoso negli anni ’80 Scialpi per hit del calibro di “Rocking Rolling” e “Pregherei” sta passando un periodo poco felice. Infatti come ha raccontato alla rivista musicale “Rolling Stone”: Mi trovo in una situazione di estrema indigenza, come il 90% della gente che fa questo mestiere. Faccio parte di una fetta di persone che non sono calcolate né dallo Stato, né dall’immaginario collettivo”.

Riferendosi alla crisi economica dovuta alla pandemia da Covid-19 che ha messo in ginocchio tutto il comparto artistico, dai cantanti agli attori passando per i tecnici come i fonici.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Il Volo, Ignazio Boschetto: la fidanzata è una famosa ballerina di 25 anni – FOTO

Scialpi racconta il motivo per cui ha speso tutti i risparmi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> “Un fisico da sballo”, Valentina Vignali è una sirena in estasi: divina – FOTO

Shalpy (pseudonimo di Giovanni Scialpi) ha raccontato di aver speso gli ultimi risparmi in un suo progetto importante e adesso è rimasto senza grandi risorse a cui attingere: “Ho deciso di investire le ultime migliaia di euro che avevo nel mio nuovo brano ‘Let It Snow’. Invece di pensare a risparmiare, in questo momento di crisi, ho creduto molto nel mio progetto, come sempre”.

Nonostante il momento difficile che sta attraversando, Scialpi ha dichiarato: “Devo dire che mi sta dando soddisfazione: la mia canzone viene suonata in una radio a Londra, una a Berlino, una in Grecia e una a Glasgow”. Ha poi ammesso che il guadagno di “Let it Snow” arriverà solo tra cinque mesi e solo di “qualche centinaio di euro, ma i download pagano pochissimo“. 

Shalpy ha concluso dicendo che i “leoni da tastiera” lo stanno offendendo sui social con i loro commenti. Ha raccontato di voler solo “lanciare un appello” dato che un artista non “campa d’aria” e lui come altri suoi colleghi può cavarsela in vari ambienti di lavoro.

Scialpi lancia appello disposto a fare anche il cameriere
Scialpi (Instagram)

“Sarei anche disposto a fare il cameriere o qualsiasi altra cosa mi venisse proposta”, ha aggiunto. Infine ha detto che sta solo cercando di far capire la sua storia come stanno facendo tanti artisti italiani e non solo.