Oli naturali per capelli: quali scegliere in base alla propria chioma!

Ecco tutto quello che c’è da sapere su quale olio naturale scegliere per curare i vostri capelli nel migliore dei modi. Tutti i dettagli.

oli essenziali: quale scegliere
Oli essenziali da scegliere (Pixabay)

Tra gli alleati più preziosi per ridare splendore e nutrimento ai capelli ci sono sicuramente gli oli vegetali. Infatti questi oli sono molto utili da utilizzare sotto forma di maschere oppure impacchi in modo da andare a dare nuova vita ai capelli sfibrati e secchi.

Hanno una grande azione ristrutturante e sono in grado di ridare lucentezza e robustezza alla chioma grazie all’azione degli acidi grassi essenziali e alle vitamine in essi contenuti.

Ovviamente è necessario andare ad utilizzare degli oli del tutto naturali e che non contengano nessun elemento chimico che, a lungo andare, può anche andare a danneggiare la chioma.

LEGGI ANCHE—->Capelli grassi: 4 ricette fai da te efficaci per dire addio al sebo in eccesso!

Oli naturali per capelli: quali scegliere

oli essenziali: quale scegliere
Qual è l’olio migliore? (Pixabay)

Gli oli che sono naturali al 100% al loro interno contengono molti più principi nutritivi come proteine, vitamine e minerali che vanno a nutrire e a idratare il vostro capello, riducendone la secchezza provocata da trattamenti o calore eccessivo da phon o piastra. Gli oli, oltre a nutrire direttamente il capello, vanno anche ad agire sul cuoio capelluto, prevenendo la formazione di forfora.

Esistono moltissimi oli ottimi per i vostri capelli, ognuno dei quali ha delle proprie caratteristiche.

Uno dei migliori e più completi è sicuramente l’olio di argan, ricco anche di vitamina A ed E. Questi due elementi fanno sì che questo olio sia davvero ottimo contro i capelli sfibrati e secchi. Utilizzando questo olio sui capelli ancora umidi potete eliminare l’effetto crespo che tanto tormenta i vostri capelli.

Anche l’olio di mandorle è un olio consigliato da usare sui capelli. Oltre a ridare brillantezza alla vostra chioma e a prevenire le doppie punte, è anche estremamente utile in caso di prurito al cuoio capelluto.

L’olio di cocco, invece, è molto denso e grasso e proprio per questo è utile sui capelli stremati dal calore e dai trattamenti chimici dei saloni di parrucchieri.

oli essenziali: quale scegliere
Olio di cocco(Pixabay)

Questo olio, infatti, è in grado di nutrire a fondo il capello ammorbidendo anche la capigliatura, oltre ad avere una azione sia antibatterica che antimicotica. Avendo anche come elemento essenziale la vitamina E, è ottimo anche per rafforzare il cuoio capelluto.