Olimpiadi, record di medaglie per l’Italia: arriva l’oro nel karate

L’Italia si supera anche alle Olimpiadi di Tokyo 2020.  Luigi Busà trionfa nel karate e si aggiudica l’oro 

Olimpiadi Marcell Jacobs
Olimpiadi di Tokyo (Getty Images)

L’Italia è sempre più grande. Dopo la vittoria agli Europei, gli Azzurri continuano a trionfare. I nostri atleti fanno incetta di medaglie e oggi è un giorno da incorniciare. E’ record di medaglie a Tokyo 2020.

Oggi ben due medaglie d’oro arrivano nel paniere. La prima è quella di Antonella Palmisano che nel giorno del suo 30° compleanno ha portato a casa la vittoria nella marcia della 20 km, eguagliando il risultato nel settore maschile.

Solo 24 ore prima, infatti, era stato Massimo Stano a raggiungere il traguardo dell’oro nella stessa disciplina. Entrambi pugliesi e con lo stesso allenatore, Patrizio Parcesepe. La seconda medaglia di giornata l’ha conquistata Luigi Busà che ha trionfato nel karate.

NON PERDERTI ANCHE –> Fabio Caressa impazzisce al traguardo: “E’ nella storia” – VIDEO

Olimpiadi, l’oro nel karate di Luigi Busà

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luigi Busà (@luigibusa1)

NON PERDERTI ANCHE –> Hong Kong, la decisone degli Usa infervora la Cina: “Mosse politiche vergognose”

Non ce n’è per nessuno. Luigi Busà supera tutti e porta a casa nel karate, nella sua specialità, kumite 75 kg, l’ennesima medaglio d’oro per l’Italia alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il 33enne siciliano ha avuto la meglio in finale sul suo rivale azero, il 35enne Rafael Aghayev per 1-0. Con la vittoria nel karate, l’Italia arriva a quota nove medaglie d’oro. 

È la 37esima medaglia in totale ai Giochi olimpici di Tokto per gli Azzurri e così si festeggia un record assoluto in fatto di riconoscimenti conquistati superando il numero di medaglie portate a casa alle Olimpiadi a Los Angeles 1932.

Busà non ha mai mollato e ha trionfato in una disciplina, al debutto, che in Giappone è di casa. Ecco perchè questo trionfo vale doppio per il Paese ma anche e soprattutto per l’atleta siciliano che in una intervista a La Repubblica ha raccontato che per lui il karate è cominciato come un gioco quando aveva solo 13 anni.

“Pesavo 94 chili, ed ero più basso di adesso – ha spiegato l’atleta –  Solo mio padre vedeva in me qualcosa di speciale, lui è stato atleta, vedeva comunque che da piccolo vincevo campionati cadetti e qualcosa di serio potevo diventare”.

Plimpiadi oro karate Busà
Foto da Instagram

Poi i pesi massimi fino a quelli medi. La dieta, il dimagrimento e da quella categoria Busà non si è più mosso. “Dal gioco sono passato al lavoro, nel centro sportivo dei Carabinieri: sono appuntato”.