Tragedia sott’acqua: due sub muoiono durante l’immersione

Le vittime, 50 e 56 anni, sono deceduti la scorsa domenica (8 agosto nei pressi del porto di Segur de Calafell, a Tarragona.

Polizia Spagna
Polizia spagnola (Getty Images)

Due uomini, rispettivamente di 50 e 56 anni, sono morti mentre praticavano immersioni subacquee nei pressi del porto di Segur de Calafell. La tragedia risale alla scorsa domenica 8 agosto nel territorio di Tarragona, città portuale situata nel nord-est della Spagna sulla Costa Daurada, Mar Mediterraneo.

NON PERDERTI ANCHE >>> Afghanistan, i talebani conquistano importanti città: la contromossa Usa

Ignote le cause dell’incidente, la polizia apre l’inchiesta

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Snickers, scandalo omofobia: il ritiro dello spot pubblicitario – VIDEO

A riferirlo è il tweet della Protezione Civile (Generalitat). Secondo quanto riporta la fonte ufficiale, l’incidente è avvenuto di prima mattina, quando le due vittime, residenti a Vilafranca del Penedès e Vendrell, si stavano immergendo nelle acque del porto di Segur de Calafell, insieme a un altro gruppo di sommozzatori.

Uno di loro, 50 anni e di nazionalità spagnola, è stato ritrovato privo di sensi dalla stessa squadra di esperti subacquei. Il gruppo ha immediatamente allarmato il numero di emergenza 112 mentre tentavano di eseguire senza successo manovre di rianimazione cardiopolmonare. La seconda vittima è stata ritrovata dalla polizia marittima dei Mossos d’Esquadra. Anche per il 56enne non c’è stato nulla da fare: nonostante i tentativi di rianimazione l’uomo è stato dichiarato morto poco dopo.

Oltre ai Mossos d’Esquadra, anche i membri della Polizia locale di Calafell e della Guardia Civil si sono mobilitati nell’inchiesta per determinare con certezza le cause del decesso dei due subacquei. La dichiarazione ufficiale delle squadre del Gruppo Speciale Attività Subacquee della Guardia Civile (GEAS) precisa le coordinate di localizzazione della tragedia. Le autorità locali asseriscono il prosieguo delle indagini.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Oscar Martinez (@oskitarmc)

Durante le operazioni di ricerca i Vigili del fuoco della Generalitat hanno mobilitato altre quattro squadre di sommozzatori, il cui intervento non si è rivelato necessario.

Fonte El País