Uccide la fidanzata in auto e chiama i carabinieri: “Venite l’ho uccisa”

Un uomo di 48 anni ha ucciso la fidanzata la scorsa notte a a Monterotondo Marittimo (Grosseto) ed è stato arrestato con l’accusa di omicidio.

Carabinieri
Carabinieri (Federico – Adobe Stock)

Venite, ho ucciso la mia fidanzata”. Queste le agghiaccianti parole di un uomo di 48 anni che durante la scorsa notte ha chiamato le forze dell’ordine dopo aver assassinato la fidanzata, una 46enne, a Monterotondo Marittimo (Grosseto). Da quanto ricostruito, pare che l’uomo abbia colpito la vittima con una coltellata alla gola all’interno di un’auto. Dopo la chiamata, sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno arrestato il 48enne, trovato in forte stato di agitazione. Nulla da fare per la donna, di cui è stato possibile solo constatarne il decesso.

Grosseto, uccide la compagna in auto con una coltellata alla gola: 48enne arrestato per omicidio

Ha ucciso la fidanzata in auto, poi ha chiamato il numero per le emergenze. Questo quanto accaduto durante la scorsa notte, tra mercoledì 11 e giovedì 12 agosto, a Monterotondo Marittimo, in provincia di Grosseto.

Carabinieri
(Getty Images)

La vittima è una donna di 46 anni che da poco si era trasferita nel comune del grossetano. Secondo quanto riporta la redazione de La Provincia Pavese, la 46enne sarebbe stata colpita da una coltellata alla gola sferrata dal compagno, un uomo di 48 anni. Subito dopo avrebbe quest’ultimo avrebbe chiamato il 112 raccontando di aver assassinato la fidanzata, ma non riuscendo a spiegare il luogo in cui si trovasse per via del forte stato di agitazione in cui versava.

Leggi anche —> Orrore in un’abitazione: uomo uccide la compagna a coltellate

I carabinieri, hanno individuato il luogo e si sono precipitati sul posto. Qui hanno trovato il 48enne in lacrime con i vestiti sporchi di sangue e la donna riversa, ormai senza vita, all’interno della vettura, accanto il coltello utilizzato per il delitto. L’uomo è stato tratto in arresto con l’accusa di omicidio, ma una volta caricato a bordo della pattuglia dei militari dell’Arma, scrive La Provincia Pavese, ha dato in escandescenza sfondando il vetro della vettura.

Leggi anche —> Uomo ritrovato morto su un divano abbandonato per strada: indagano i carabinieri

Carabinieri (Getty Images)

Ora sono in corso le indagini degli inquirenti che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’omicidio ed il movente.