Serie A, continua la lite furibonda fuori dal campo: la contro-risposta del fantasista

Altra “saga” della furiosa lite consumatasi pochi giorni fa tra un allenatore di Serie A e il suo ex giocatore: i dettagli.

Serie A
(Getty Images)

Altro giro di discussioni in casa di uno dei club più blasonati degli ultimi anni della Serie A Tim. Uno dei litigi più furiosi mai registrati nella storia del calcio “fuori campo” continua ad emettere “scintille”. Seppur le parti si sono ormai divise da tempo.

Si tratta dell’Atalanta, il club di proprietà dei Percassi, reduce dalla terza partecipazione consecutiva alla massima competizione europea della Champions League.

Proprio in occasione di una partita dei gironi di qualificazione 2020/2021, il fantasista della “Dea” e il suo allenatore avevano mostrato le prime incomprensioni, all’interno dello spogliatoio.

Nel corso dei mesi, l’ex numero “10” dei bergamaschi è volato via all’estero, senza rilasciare considerazioni. Una presa di posizione doverosa da parte del calciatore, se l’intento principale era quello di continuare a fare il bene della squadra e null’altro

NON PERDERTI ANCHE —> Calciomercato Napoli, Insigne ai saluti: il tifo insorge. Un club fa sul serio per lui

Serie A, la contro-risposta dell’x trequartista: “Perchè non lo ammette?”

NON PERDERTI ANCHE —> Amichevoli precampionato: bene Juve, Inter, Milan, Roma e Napoli

A poche ore ormai dall’inizio della nuova stagione della Serie A Tim 2021/2022, una squadra si trova a dover fare i conti con alcuni “gialli” irrisolti, legati alla scorsa stagione.

Si tratta del caso spinoso, ovvero di quella lite furibonda mai sopita, tra il coach, Gianpiero Gasperini e l’ex fantasista e trequartista, Papu Gomez.

Il calciatore argentino era tornato a parlare del doloroso addio alla “Dea”, rea l’impossibilità di continuare a fare gruppo, senza che il proprio “comandante” avesse rivolto le doverose scuse.

Questa la morale delle ultime parole di Alejandro Gomez, a fronte di una discussione che in futuro potrebbe destabilizzare lo spogliatoio e compromettere inverosimilmente la stagione dei bergamaschi.

L’odio, nonostante la separazione fisica, dovuta principalmente alla richiesta della cessione del fantasista reduce dal successo in Coppa America ha continuato a mietere altre scintille.

Poche ore fa si è materializzata la contro-risposta dell’ex trequartista nerazzurro, che ha dato l’impressione che la telenovela sia indirizzata verso il termine ultimo, nell’attribuire il colpevole.

“Non capisco perché Gasperini si ostini a dire bugie: ci sono 50 testimoni della sua aggressione…” tuona il fantasista argentino, che ancora non riesce a “digerire” il modo in cui si è lasciato con la società dei Percassi, a cui è rimasto legatissimo.

E’ palese dunque dalla parte del “Papu” che l’incriminato, reo di non riuscire in alcun modo ad ammettere le colpe e fare autocritica sia proprio Gianpiero Gasperini.

Gianpiero Gasperini
Gianpiero Gasperini in conferenza pre-finale di Coppa Italia (Instagram)

Ora naturalmente si attenderà una nuova risposta da parte dell’attuale allenatore della “Dea”. Ma la sensazione è che la “telenovela” stia per giungere al termine del suo percorso: da che parte sarà la verità?