Ennesimo caso di disperazione: anziano spara alla moglie e tenta il suicidio. Avevano pianificato tutto insieme

Un uomo anziano ha ucciso la moglie sparandole con il suo fucile da caccia. Non è riuscito nel suo intento di porre fine anche alla sua vita. Una storia di grande disperazione

Carabinieri
Carabinieri (Federico – Adobe Stock)

Un uomo anziano di 77 anni avrebbe ucciso la moglie sparandole un colpo tramite il suo fucile da caccia. Avrebbe poi rivolto l’arma verso se stesso per portare avanti il suo intento di omicidio-suicidio senza però riuscirci. La tragedia è avvenuta ieri, sabato 21 agosto, attorno alle ore 16 nei pressi di un torrente vicino a Mercatale di Castello di Serravalle, a poca distanza da Bologna.

Leggi anche —> Terribile incidente sulla statale tra auto e furgone: due morti

Bologna, tentato omicidio-suicidio: un anziano uccide a fucilate la moglie 73 enne. Lui è ancora in vita

Ambulanza Sant'agata di Militello Messina bimbo tre anni soffocato
Ambulanza – Instagram

Sul letto di un torrente in secca, a Mercatale di Castello di Serravalle, vicino alla città di Bologna e a poca distanza dalla propria dimora, un uomo di 77 anni avrebbe ucciso tramite una fucilata la propria moglie, di 4 anni più giovane.

L’arma era regolarmente detenuta dall’anziano che l’ha poi rivolta verso se stesso. Non è riuscito, però, a togliersi la vita, fallendo nell’intenzione di omicidio-suicidio che aveva pianificato.

I carabinieri della stazione di Borgo Panigale sono intervenuti alle ore 16 dopo la segnalazione degli spari da parte di qualcuno che si trovava nelle vicinanze. Al loro arrivo hanno trovato la donna ormai deceduta e l’anziano in stato di semi incoscienza. Sono intervenuti tempestivamente anche gli operatori del 118 per i primi soccorsi. L’uomo è stato successivamente trasportato con l’eliambulanza all’Ospedale Maggiore di Bologna.

Secondo le indagini delle forze dell’ordine, coordinate dal pm Marco Forte, la coppia viveva a poca distanza dal luogo della tragedia e vi è giunta con la propria automobile. Avevano figli che però risiedono fuori dalla provincia di Bologna. Entrambi erano pensionati ma la donna 73enne soffriva di problemi di salute. Proprio questi sarebbero alla base del gesto disperato.

É stato rinvenuto nella loro abitazione, infatti, un biglietto nel quale entrambi annunciavano la volontà di morire insieme. Ciò suggerirebbe una pianificazione strutturata.

Leggi anche —> Tragico scontro sulla statale: morti padre e figlia di 10 anni, tre feriti gravi

Pochi giorni fa a Roma Nord, si è compiuto su fatto simile. Un uomo, Mario P., ha tolto la vita all’anziana moglie, Pierina G., colpendola al petto con un grosso coltello da cucina. Il motivo sarebbe da ricercare nella malattia di lei: costretta sulla sedia a rotelle e affetta da Alzheimer.

Eliambulanza
Eliambulanza (zenitfotovideo.it – Adobe Stock)

Il 22 luglio scorso, a Ostia, Alberto Riservato (77 anni) ha ucciso la moglie, Daniela Gusmini. Si è poi suicidato gettandosi dalla finestra. Anche in quel caso il movente è dettato dalla malattia della consorte.