Battuta di pesca finisce in tragedia: uomo ritrovato morto in acqua

Un pescatore di 62 anni è stato trovato morto in acqua a largo di Casalborsetti, frazione di Ravenna, nel primo pomeriggio di ieri.

Guardia Costiera
(Getty Images)

Tragico epilogo nelle ricerche dell’uomo di 62 anni scomparso da sabato mattina dopo essere salpato da Porto Garibaldi, frazione di Comacchio (Ferrara), per una battuta di pesca. Il corpo senza vita dell’uomo è stato recuperato dai vigili del fuoco nel primo pomeriggio di ieri nelle acque al largo di Casalborsetti. Non sono ancora chiare quali siano le cause del decesso, circostanza su cui sono in corso gli accertamenti avviati dopo il drammatico ritrovamento.

Ravenna, salpa per una battuta di pesca in gommone: pescatore ritrovato morto in acqua

Silvano Settembrini, il pescatore 62enne di Sant’Agata sul Santerno (Ravenna) scomparso da sabato scorso, 21 agosto, è stato ritrovato senza vita nelle acque a largo di Casalborsetti, frazione di Ravenna.

Vigili del fuoco
(Getty Images)

L’uomo, scrive la redazione de Il Corriere della Sera, era salpato per una battuta di pesca nella mattinata di sabato da Porto Garibaldi, frazione del comune di Comacchio, in provincia di Ferrara. La compagna, preoccupata per il mancato rientro di Settembrini, al mattino seguente ha lanciato l’allarme facendo scattare le ricerche.

Leggi anche —> Dramma in un appartamento: uomo ritrovato morto in bagno dalla moglie

Alle ricerche hanno preso parte gli uomini della Guardia Costiera ed i vigli del fuoco. Purtroppo, a circa 24 ore dalla scomparsa, nel pomeriggio di ieri, domenica 22 agosto, i vigili del fuoco hanno individuato il corpo del 62enne che è stato recuperato e portato a riva. Qui, i sanitari del Suem 118 non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Leggi anche —> Moto finisce fuori strada sulla provinciale: morta una donna, grave il marito

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco (Fabio Caironi – Adobe Stock)

Non sono ancora chiare le cause della morte dell’uomo che lascia la compagna ed una figlia. In merito sono stati avviati gli accertamenti e le indagini, condotte dalla Guardia Costiera e coordinate dalla Procura della Repubblica di Ravenna. L’ipotesi più accreditata, riporta Il Correrie della Sera, è quella che il 62enne possa essere caduto in acqua a causa di un malore e poi sia annegato.