Green Pass, scontro Letta-Salvini: la decisione del Carroccio infastidisce i Dem

La Lega di Matteo Salvini avrebbe votato contro il Green Pass: la reazione del Pd di Letta non si è fatta attendere.

Enrico Letta
Enrico Letta (Getty Images)

Posizioni, come sempre, nettamente agli antipodi quelle di Lega e Pd. E non poteva essere diversamente anche per quanto concerne il caldo tema del Green Pass. Il Carroccio ha votato per la soppressione del documento con sommo disappunto, da parte dei Dem, palesato da Letta con un conciso “Inammissibile”.

Ma Salvini ha ulteriormente calcato la mano, dicendo che se proprio deve continuare a rimanere in vigore, quantomeno che i tamponi siano gratis.

Green Pass, Letta critica Salvini e chiede estensione dell’ambito applicativo del documento

La linea del Pd è quella della massima sicurezza: Green pass da estendere dovunque. Noi siamo per l’estensione“. Queste le parole di Enrico Letta il quale ha attaccato, invece, il convincimento nettamente opposto della Lega.

referendum lega liberi rubare
Matteo Salvini (Getty Images)

Il Carroccio ha, infatti, votato per la sua abolizione. Proprio in merito a tale decisione, ora il leader dei Dem ha chiesto spiegazioni – riporta Tgcom24– precisando come tale strada che la Lega ha deciso di percorrere la pone nettamente fuori dal tracciato della maggioranza.

Leggi anche —> Green Pass obbligatorio: le misure in vigore dall’1 settembre per i trasporti

Per Letta si tratta di un atteggiamento intollerabile. A suo avviso il Parlamento dovrebbe essere il primo a dare il buon esempio lanciando messaggi univoci e positivi perché in questo momento l’Italia ha bisogno di forze che remino tutte nella stessa direzione e con compostezza.

Salvini non è rimasto ad ascoltare, immediata la sua replica. Per l’ex Ministro dell’Interno l’imposizione del Green Pass per determinate attività – se proprio deve essere mantenuta- quantomeno che si contempli la possibilità di tamponi gratuiti. Un’argomentazione la sua, dalla linea ben precisa: non si può continuare a chiedere agli italiani di spendere centinaia di euro a settimana in un frangente già cosi precario.

Leggi anche —> Movimento 5 Stelle, problemi per Conte: aria di scissione?

Il leader della Lega ha chiosato affermando che adesso attenderà al varco Pd e M5S. A suo avviso non si tratta di essere pro o contro vaccinazioni e Green Pass ma solo di non ulteriormente gravare sui cittadini.

A fargli da eco il compagno di partito Claudio Borghi che parla di un Letta fuori dalla realtà. La richiesta di tamponi a costo zero sarebbe legittimata dal buonsenso – riporta Tgcom24-.

Green Pass
(francescosgura – Adobe Stock)

Come la Lega, a ritenere necessaria la soppressione del Green Pass, anche Fratelli d’Italia ed alcuni ex pentastellati.