Le Deva a YesLife, al Premio Ravera con Orietta Berti: “Incrociamo le dita per Sanremo”

La nostra intervista a Le Deva, l’unico quartetto al femminile italiano. Ripartono con i live e ci svelano il segreto della loro forza

Le Deva
Foto ufficio stampa

Sono l’unico gruppo pop italiano tutto al femminile e nel corso dello scorso Festival di Sanremo si sono fatte notare duettando al fianco di una grande big della musica, Orietta Berti. Sono Laura Bono, Greta Manuzi, Roberta Pompa e Verdiana Zangaro ed insieme formano Le Deva.

Sabato 4 settembre torneranno live sul palco del Premio Ravera: “Una canzone è per sempre” giunto alla settima edizione. Una serata in musica che celebrerà l’indimenticabile figura di Gianni Ravera che ha scritto numerose pagine della storia della musica e della televisione italiana.

Noi di YesLife abbiamo raggiunto Le Deva al telefono e con loro abbiamo parlato della serata di sabato, del 70esimo Festival della canzone italiana e del loro futuro in musica.

Sabato 4 sarà sarete tra gli ospiti del Premio Ravera per ricordare chi ha scritto pagine importanti della musica italiana, una bella emozione per voi?

Sicuramente ripartire, perché questa estate non siamo state in tour, sul palco del Premio Ravera, con la musica live, per noi è una forte emozione e un grande piacere. Condivideremo il palco con un sacco di amici artisti che hanno fatto la storia della musica italiana.

NON PERDERTI ANCHE — > Matteo Faustini da San Remo al Premio Ravera. A YesLife: “I sogni si avverano”

Cosa regalerete sul palco, potete anticiparci qualcosa?

Noi siamo molto contente perché oltre a cantare un brano del nostro repertorio che è contenuto nel nostro primo disco “4” che è “Un’altra idea”, canteremo insieme alla grande Orietta Berti con la quale abbiamo duettato nella serata delle cover al Festival di Sanremo riproponendo “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo.

Che ricordi avete di quella serata? Come è stato salire su quel palco? E come è nata la collaborazione con Orietta Berti?

La collaborazione è nata in modo casuale e fortuita. Noi ci trovavamo in studio a registrare alcuni brani nuovi ed Orietta registrava nello stesso studio. Marco Rettani, il nostro produttore esecutivo, è legato anche ad Orietta perché ha scritto il brano di Sanremo. E così ci ha presentate, ha fatto ascoltare ad Orietta un po’ di nostri pezzi, ci ha visto nei videoclip. Il nostro progetto le è piaciuto molto e la forza della quattro donne messe insieme e lì le è venuta questa idea. “Io vorrei che veniste con me sul palco dell’Ariston nella serata delle cover” ci ha detto e noi chiaramente siamo rimaste un po’ scioccate e lusingate di questo invito che è stata anche una bella occasione. Per me e Laura di ritornare sul palco dopo tanti anni in una nuova veste perché essere ospiti di un grande big è sempre un grande onore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LE DEVA (@ledevaofficial)

Si lavora già al tris di Amadeus, avete pensato ad una sua possibile vostra partecipazione?

Sicuramente abbiamo un po’ di pezzi nuovi in cantiere per la nuova uscita del nostro disco, saremmo ipocrite nel non dire che ci piacerebbe. Abbiamo delle cose nel calderone e incrociamo le dita.

L’unico quartetto pop femminile italiano, la dimostrazione che le donne, insieme, sanno fare grandi cose?

Assolutamente sì, le donne insieme sono un portento anche perché rispetto agli uomini riusciamo a fare anche più cose contemporaneamente. C’è una grande forza, una grande determinazione, e tra di noi si è creata una bella alchimia e non pensavamo che potesse nascere tutto questo. Noi siamo partite con il pezzo “L’amore merita” che poi è diventato una canzone manifesto della comunità Lgbt e non pensavamo quando ci siamo unite per quella giusta causa di formare un quartetto al femminile però si è creata una magia tra di noi, qualcosa che è più unica che rara e allora ci sembrava quasi un peccato non voler ascoltare questa magia e non volerla mettere in atto anche per il futuro e quindi sono nate Le Deva.

NON PERDERTI ANCHE — > I The Kolors ed il ritorno sul palco. A YesLife: “Un’intimità di cui ci ricorderemo per sempre”

Le Deva
Foto ufficio stampa

Anime diverse le vostre, qual è il segreto che le fa stare insieme?

Il segreto sta proprio nella diversità delle quattro personalità perché ci completiamo come un puzzle perfetto. La diversità genera grande ricchezza, in tutti i contesti, perché attraverso ciò che è diverso da te riesci ad apprendere e imparare a guardare le cose da un altro punto di vista. In questa diversità non ci pestiamo i piedi, spesso si dice che le donne sono competitive però noi siamo state brave a silenziare il nostro ego personale e a fare sempre un passo indietro all’altra, cosa che alla fine ci mette tutte sula stessa linea.

FRANCESCA BLOISE