Si tuffa nel canale per un bagno notturno: uomo muore annegato

La scorsa notte a Magenta (Milano), un uomo è morto annegato dopo essersi tuffato nel canale Villoresi per un bagno notturno.

Ambulanza
Ambulanza (ADMC – Pixabay)

Si era tuffato in un canale per fare un bagno notturno insieme ad un amico, ma è annegato. È morto così un uomo di 50 anni durante la notte scorsa notte a Magenta, in provincia di Milano. A lanciare l’allarme è stata la persona che era in compagnia dell’uomo. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 ed i vigili del fuoco che hanno recuperato il corpo ormai senza vita del 50enne. Intervenuti anche i carabinieri per gli accertamenti del caso.

Magenta, si tuffa per un bagno notturno nel canale Villoresi: morto un uomo di 50 anni

Il bagno in un canale è costato la vita ad un uomo di 50 anni. La tragedia si è consumata durante la notte scorsa, tra mercoledì 1 e giovedì 2 settembre, a Magenta, centro in provincia di Milano.

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco (ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Stando a quanto riferito dalla stampa locale e dalla redazione de Il Giorno, la vittima, di cui non si conosce l’identità, si era recato presso il canale Villoresi, all’altezza di via de Medici, insieme ad un amico. Tuffatosi in acqua per un bagno notturno, l’uomo non è più riemerso. Accorgendosi di tale circostanza, l’amico ha immeditatamente chiamato i soccorsi.

Leggi anche —> Cadavere carbonizzato all’interno di un’auto in fiamme: indagano i carabinieri

In pochi minuti, presso il canale sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco ed il personale medico del 118 che hanno avviato le operazioni di soccorso. Poco dopo, riporta Il Giorno, il corpo senza vita dell’uomo è stato trovato incastrato in via Novara. Inutili i tentativi di rianimazione: i medici hanno potuto solo constatarne il decesso.

Leggi anche —> Lite per una grigliata in cortile sfocia nel sangue: ragazzo ucciso a colpi di pistola

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri che si sono occupati degli accertamenti per ricostruire la dinamica della tragedia.

Carabinieri (Getty Images)

Purtroppo, quello verificatosi questa notte non è un episodio isolato. Durante l’estate si sono già registrate vittime nel canale Villoresi, nonostante vi sia il divieto di balneazione.