Lite per una grigliata in cortile sfocia nel sangue: ragazzo ucciso a colpi di pistola

Nel pomeriggio di ieri a Milano, un ragazzo di 34 anni è stato ucciso a colpi di pistola da un vicino di casa dopo una lite per una grigliata in cortile.

Carabinieri
Carabinieri (Shjmira – Adobe Stock)

Una lite per una grigliata in cortile è sfociata in tragedia nel pomeriggio di ieri a Milano, dove un ragazzo di 34 anni è stato ucciso a colpi di pistola. Secondo quanto ricostruito, la vittima si trovava con alcuni amici nel cortile condominiale del palazzo in cui abitava, dove aveva organizzato un barbecue. Un vicino di casa, infastidito dai rumori, sarebbe sceso impugnando una pistola ed avrebbe esploso due colpi in aria. Il gruppo di amici avrebbe provato a disarmarlo, ma nella colluttazione sarebbero partiti altri due proiettili che avrebbero raggiunto il 34enne. Trasportata in ospedale, la vittima è deceduta per le gravi ferite riportate.

Milano, lite per una grigliata in cortile sfocia nel sangue: ragazzo ucciso a colpi di pistola

Omicidio nel pomeriggio di ieri, mercoledì 1 settembre, a Milano. Un ragazzo è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nel cortile di un palazzo, sito in via Ovada.

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

La vittima è Francesco Spadone, 34enne residente nello stabile e padre di tre figli piccoli. Stando a quanto riferisce la redazione de Il Corriere della Sera, Spadone aveva organizzato una piccola grigliata con alcuni amici nel cortile condominiale. Intorno alle 17, un vicino di casa, un uomo di 72 anni, infastidito dai rumori provenienti dal giardino, sarebbe sceso impugnando una pistola calibro 9. Dopo una discussione, l’uomo avrebbe sparato due colpi in aria ed il gruppo di ragazzi si è scagliato contro di lui nel tentativo di disarmarlo, ma sono partiti altri due colpi che hanno ferito il 34enne all’addome.

Leggi anche —> Giovane madre trovata morta in casa: i risultati dell’autopsia

Alcuni presenti hanno trasportato il ragazzo presso l’ospedale San Paolo, dove i medici hanno provato a salvargli la vita, ma non c’è stato nulla da fare. Spadone, che era stato sottoposto ad un intervento chirurgico d’urgenza, è deceduto per le gravissime ferite. Anche il 72enne è stato trasportato in ospedale, all’Humanitas di Rozzano dopo essere stato colpito dagli amici della vittima. L’uomo, riporta Il Corriere della Sera, è ora piantonato dalle forze dell’ordine in stato di arresto per omicidio.

Leggi anche —> Incendio nella periferia di Milano: vigili ancora in attività

Sul delitto sono in corso le indagini dei carabinieri giunti sul posto dopo la segnalazione. I militari dell’Arma per cercare di ricostruire quanto accaduto hanno ascoltato diversi testimoni che avrebbero assistito alla scena.

Carabinieri
(Stefan Wolny – AdobeStock)

Da quanto emerso, riferisce Il Corriere, pare che il 72enne avesse sparato due colpi in aria già in mattinata perché infastidito dal trambusto in cortile, episodio che, però, non è stato confermato dagli inquirenti.