Rissa in una stazione di servizio sfocia in tragedia: morto un uomo

Un uomo di 40 anni è morto la scorsa notte durante una rissa scoppiata all’interno di una stazione di servizio sulla provinciale 231 tra Modugno e Bitonto, in provincia di Bari.

Carabinieri
Carabinieri (irontrybex – Adobe Stock)

Una rissa in una stazione di servizio è sfociata in tragedia. È accaduto durante la scorsa notte lungo la strada provinciale 231 tra Modugno e Bitonto, in provincia di Bari. Due gruppi di giovani avrebbero iniziato a discutere, lite che poi si è trasformata in una rissa. Nella colluttazione, un ragazzo di 20 anni avrebbe colpito con due pugni in faccia un 40enne che è finito a terra battendo violentemente la testa. Inutili i soccorsi per l’uomo, gli operatori sanitari ne hanno potuto solo constatare il decesso. In corso le indagini dei carabinieri.

Bari, rissa in una stazione di servizio sfocia in tragedia: muore un uomo di 40 anni

Durante la scorsa notte, tra sabato 4 e domenica 5 settembre, un uomo è morto durante una rissa scoppiata all’interno di una stazione di servizio, sita sulla strada provinciale 231 tra Modugno e Bitonto, in provincia di Bari.

Ambulanza
Ambulanza (Maksim Shebeko – Adobe Stock)

La vittima, Paolo Caprio, 40enne di Bitonto, secondo quanto ricostruito sino ad ora, come riporta Il Messaggero, sarebbe stato colpito al volto da due pugni sferrati da un 20enne nel corso della rissa che vedeva coinvolti due gruppi di giovani.

Leggi anche —> Auto esce di strada e finisce in un burrone: morto ragazzo di 18 anni, tre feriti

Il 40enne, subito dopo, è caduto a terra battendo violentemente il capo. Presso la stazione di servizio sono arrivati gli operatori sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Inutili tutti i tentativi di rianimazione.

Leggi anche —> Travolto dal suo mezzo agricolo mentre cambia una gomma: morto un uomo

Oltre ai soccorritori, sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Bitonto ed i colleghi della Compagnia di Molfetta che hanno avviato le indagini per chiarire la dinamica dell’accaduto. I militari dell’Arma, scrive Il Messaggero, hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza e sentito i testimoni per fare chiarezza. Il 20enne è stato interrogato dagli inquirenti in caserma e la sua posizione è al vaglio. Nessuna accusa è stata ancora formulata nei suoi confronti.

La drammatica vicenda ha scosso la comunità locale. Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, sul proprio profilo Facebook ha commentato l’accaduto scrivendo: “La vittima ed il presunto aggressore sono molto giovani per non lasciarci altro pensiero”.