Tenta di salvare un regista: ministro muore durante l’esercitazione

Il ministro delle Emergenze Yevgeny Zinichev ha perso la vita durante l’addestramento di protezione civile nell’Artico.

russia sputnik V
Russia (Getty Images)

Il ministro russo per le situazioni di emergenza Yevgeny Zinichev, ex membro del Consiglio di sicurezza e guardia del corpo del presidente Vladimir Putin, è morto nel tentativo di salvare il regista Aleksandar Melnik. Lo ha riferito il ministero di Mosca mercoledì (8 settembre). Stando alle dichiarazioni ufficiali, il politico ha perso la vita l’8 settembre, durante l’esercitazione di protezione civile nell’Artico. Il presidente della Federazione Russa: “Per me è una perdita personale insostituibile.

NON PERDERTI ANCHE >>> Violenta scossa di terremoto magnitudo 7 in Messico: morto un 19enne

Vladimir Putin: “abbiamo perso un vero compagno

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da InfoStride News (@theinfostride)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Russia: Yandex blocca l’accesso all’app “Smart Voting” pro-Navalny

La notizia è stata confermata dall’agenzia di stampa Tass, la cui fonte riporta la dichiarazione del ministero di Mosca: “Ci dispiace riferire che il capo del ministero delle Emergenze, Yevgeny Zinichev, è morto tragicamente salvando una vita umana mentre stava adempiendo il suo dovere a Norilsk, durante l’esercitazione civile nell’area artica.” Stando a quanto riferito dai media locali, l’incidente è avvenuto alla cascata di Kitabo Oron, nella riserva naturale di Putorana nel nord della Siberia, a circa 165 km a ovest di Norilsk.L’alto funzionario 55enne è deceduto sull’orlo di un’alta scogliera con Alexander Melnik, sceneggiatore e regista russo di 63 anni, morto anche lui nell’incidente.

Il regista è precipitato da una scogliera durante un’intervista.“, ha precisato Margarita Simonyan, giornalista a capo dell’emittente russa RT. “Entrambi si trovavano su quella scogliera, quando il cameraman è scivolato in acqua. [… A quel punto] Zinichev si è immediatamente tuffato per salvarlo, ma morì schiantandosi contro una roccia sporgente“. “Non ha esitato un attimo ad agire; non da ministro, ma da uomo comune, da soccorritore ha compiuto un atto eroico.“, ha commentato la professionista.

Una tragica notizia anche per il presidente della Federazione Russa. Il capo del Cremlino ha espresso le sue “sincere condoglianze” ai familiari di Evgenij Zinichev per la sua “tragica morte.” Nel telegramma inviato alla vedova e al figlio, Vladimir Putin ha confessato di essere ancora scioccato dalla notizia: “Abbiamo perso un vero ufficiale, un compagno, una persona di grande forza interiore e coraggio. Per me questa è una perdita personale insostituibile: abbiamo condiviso molti anni in stretta collaborazione.”

Al dolore si uniscono anche il primo ministro Mikhail Michoustine, il ministro degli Esteri Sergey Lavrov, il leader ceceno Ramzan Kadyrov, il presidente serbo Aleksandar Vucic e l’ambasciatore britannico in Russia Deborah Bronnert.

Ministro dal 2018, Yevgeny Zinichev aveva trascorso gran parte della sua carriera all’interno dei diversi servizi di sicurezza russi, in particolare in quello della stretta protezione di Vladimir Putin, secondo una biografia pubblicata dalle agenzie russe. L’alto funzionario aveva offerto servizio segreto nel KGB sovietico negli ultimi anni dell’URSS. Nel 1991, il 55enne diventò membro del Personalities Protection Service (UST). Dal 2006, quest’uomo dall’aspetto severo prestava servizio nel reparto di sicurezza dei presidenti Vladimir Poutine e Dimitri Medvedev.

Alexander Melnik era un grande regista e sceneggiatore russo, noto per il suo film d’avventura ambientato nell’artico del 2015 Territorija (Territorio). Le scene della pellicola d’avventura sono state girate sullo stesso altopiano Putorana, luogo della tragedia. Il professionista stava progettando un documentario sullo sviluppo dell’Artico e sulla rotta del Mare del Nord della Russia.

Vladimir Putin
Vladimir Putin (Getty Images)

L’esercitazione, dalla durata di due giorni, è stata organizzata dal dipartimento di Zinichev e si è estesa per ben sette regioni dell’Artico russo.

Fonte TASS