“Un Posto al Sole” anticipazioni 14 settembre: Renato finisce nei guai

Secondo appuntamento della settimana per Un Posto al Sole, la soap opera napoletana più longeva della televisione italiana. Ci aspettano molteplici novità nel prossimo episodio

un posto al sole
un posto al sole screenshot

Siamo giunti al secondo appuntamento della settimana con Un Posto al Sole, la soap opera napoletana più amata dai telespettatori. Rossella sta vivendo un momento molto complicato a causa di Riccardo, il suo nuovo responsabile a lavoro. Lo ha conosciuto prima di iniziare il suo turno in ospedale, i due si sono baciati e solo la mattina dopo lei ha scoperto che da ora in poi dovrà lavorarci a stretto contatto. Nella prossima puntata, la vedremo particolarmente vicina al suo responsabile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Enrico Papi, sorpresa inaspettata: la notizia stende i fan

Un Posto al Sole, anticipazioni della prossima puntata

Un Posto Al Sole
Un Posto Al Sole (Instagram @unpostoalsolerai3)

Renato è disperato. La polizia sospetta di lui, dopo che hanno trovato un suo capello addosso ai vestiti di Susanna. Adesso per lui è arrivato il momento di decidere da quale avvocato farsi seguire e la sua famiglia lo aiuterà in questo momento complicato. A rendere tutto ancora più difficile, sarà una persona che fa parte della famiglia di Susanna, che comincerà a sospettare fortemente della sua innocenza. Le cose per Renato non si stanno mettendo affatto bene: è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e di fare di tutto per riuscire a dimostrare la sua innocenza. Il dubbio è soltanto uno: come farà a riuscirci? Non ci resta che attendere per scoprire quello che accadrà.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “Ti sta da Dio” Francesca Fialdini premio stupefacente per trasparenze da sogno – FOTO

Viviana parte di nuovo per Tenerife, intanto Filippo Sartori è sempre più combattuto tra lui e la sua ex moglie. Si sfogherà con il suo analista per cercare di capire quello che gli sta succedendo e aiutarsi a sconfiggere i sensi di colpa.