Lega, aria di scissione all’interno del partito di Salvini? Le parole del Governatore Zaia

Scissione all’interno della Lega? Matteo Salvini rassicura sulla solidità del suo partito e Zaia fa da eco alle parole del leader.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (Getty Images)

Matteo Salvini ha voluto placare le voci che circolavano su una possibile spaccatura all’interno della Lega. Il leader del Carroccio ha dichiarato stizzito che si tratterebbero di mere illazioni. A fargli da eco il Governatore del veneto Luca Zaia, il quale avrebbe tuonato contro chi si sarebbe dilettato a creare false indiscrezioni su una sua presunta coalizione con altri Presidenti al fine di sabotare Salvini.

Lega, nessuna scissione: Zaia tuona e si dichiara a favore di Salvini

La linea di partito è una, non esiste alcuna chat anti-Matteo, la Lega è unita. Questo il sunto del discorso del Presidente del Veneto Luca Zaia, dopo che da giorni avevano iniziato a circolare alcuni strane voci.

Luca Zaia fase 2
Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia (Getty Images)

Stando a quanto riportato da Il Corriere della Sera, avrebbe iniziato a serpeggiare l’ipotesi che nel partito si sarebbe creata una spaccatura. Una scissione, al cui capo vi sarebbe stato Luca Zaia con altri presidenti Regionali, con un unico intento: portare avanti una linea anti-Salvini. Non solo, questa nuova corrente si sarebbe avvalsa di una chat Whatsapp – riporta sempre Il Corriere-.

Leggi anche —> Elezioni, Tar esclude la lista della Lega: è subito polemica

Niente di più falso avrebbe tuonato Zaia, affermando che chi riporta queste voci dovrebbe mostrare delle prove. L’unico gruppo è quello istituzionale, nessun altro, all’interno del quale i Governatori e Salvini organizzano informalmente riunioni o si confrontano su alcune tematiche.

Leggi anche —> Matteo Salvini, le frecciate sul Green Pass e sull’incontro con la Ministra Lamorgese

Per Luca Zaia, il dibattito sul Green Pass starebbe degenerando e a suo avviso qualcuno starebbe approfittando del momento per trarne beneficio in vista delle prossime elezioni amministrative che si terranno il 3 ottobre. Il governatore del Veneto ha, quindi, azzerato tutte le speranze di chi lo vedeva già in lotta con Salvini per la leadership.

Zaia – riporta Il Corriere della Sera– non avrebbe mai negato che all’interno del partito si verifichino alcune incomprensioni, è quasi fisiologico. Ma nulla di ciò avrebbe mai minato la solidità della Lega. Tutti i componenti al vertice hanno firmato i cosiddetti 5 punti che toccano la questione Green Pass, la campagna vaccinale, ed altri temi di grande rilevanza.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (Getty Images)

Zaia, come Salvini, ritiene che il Green Pass vada utilizzato ma con moderazione. Anche su questo punto, quindi, non vi sarebbe nessun dissidio.