Sindrome del colon irritabile. Cos’è, come riconoscere i sintomi e come curarla

La sindrome del colon irritabile è molto più frequente di quanto pensi. Interessa il 15-20% della popolazione mondiale, soprattutto nei paesi cosiddetti sviluppati

pancia
infiammazione al colon (silviarita-pixabey)

Quando parliamo di sindrome del colon irritabile, stiamo considerando un insieme di disturbi che interessano principalmente l’intestino crasso chiamato appunto colon.

Questa sindrome è conosciuta anche come colite spastica o colon irritabile ed è decisamente diversa dalle malattie infiammatorie intestinali che si manifestano con un’alterazione della struttura dell’intestino stesso. Nella sindrome del colon irritabile l’intestino è assolutamente normale però ancora oggi le cause che scatenano questo disturbo hanno ancora un grande punto interrogativo.

Ad ogni modo si conoscono i sintomi, ovvero dolore localizzato, crampi molto forti all’addome, diarrea, stipsi, meteorismo, muco nelle feci e gonfiore addominale. Individuare la sindrome non è per niente facile in quanto non esiste un test diagnostico e il fatto che i sintomi sono molto comuni a tante altre patologie dell’intestino.

Per queste ragioni la terapia, attualmente, è solo sintomatica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Anche tu soffri d’insonnia? Devi assolutamente conoscere cause, sintomi e terapie

Come curare la sindrome grazie all’alimentazione

dieta e supermercato
(089photoshootings/pixabay)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Il cuore, muscolo fondamentale per vivere. Sai come tenerlo sano e forte?

Sapevi che è possibile prevenire ed alleviare i disturbi da colon irritabile con una corretta alimentazione? All’inizio non sarà per nulla facile in quanto dovrai abituarti a mangiare cose salutari senza nessuno sgarro alla dieta, ma poi vedrai i benefici.

Alcuni cibi sono dei nemici de nostro colon, ogni persona reagisce in modo diverso all’assunzione degli alimenti perchè la sensibilità varia da persona a persona. Per cui la prima cosa da fare è tenere un diario alimentare, ogni giorno sarebbe bene appuntare cosa si è mangiato e al primo sintomo spuntare cosa pensiamo ci abbia fatto male. Così facendo si avrà una visione più completa di quello che possiamo e non possiamo mangiare.

Tra gli alimenti assolutamente banditi per la cura del colon irritabile troviamo: latticini e derivati – frutta ( agrumi – melone – anguria – prugne – pesche – pere), dolcificanti di vario genere, meglio utilizzare lo zucchero. Caramelle – marmellate – cola – bibite gassate – caffè – thè – spezie (soprattutto il peperoncino) – cioccolato – insaccati. Legumi – patate – carne in scatola – cibo in scatola – alimenti concentrati – dado – verdura ( cavoli – cavolfiori – cipolla – cetrioli – rucola). Alcol – fritture – cibi a lunga conservazione – lievitati.

orate e branzini
pesce nella dieta (Getty Images)

Per guarire o alleviare i sintomi della sindrome sarà possibile mangiare: carni (bianche e rosse ) – pesce – uova – noci – semi vari – banane – mirtilli- fragole – mandarini – uva – kiwi – lamponi. Sciroppo d’acero – stevia – melassa – latticini privi di lattosio – zucchine – patate – pomodori – rape – castagne – zenzero – lattuga – fagiolini – zucca – peperoni – cavolo – carote – sedano – finocchio. Riso – mais- quinoa – avena. Acqua naturale – caffè (1 al giorno).

E’ importantissimo mangiare 5 volte al giorno e non saltare mai i pasti, fare piccoli bocconi di cibo e masticare lentamente così da evitare di ingurgitare aria. A tal proposito sono bandite le gomme da masticare. Sarebbe preferibile assumere (sotto consiglio del medico) degli integratori alimentari o dei fermenti lattici, evitare cibi troppo elaborati e prediligere la semplicità.