Truffa all’italiana, attenzione al sms civetta. I dettagli

Nuova truffa in Italia che non lascia scampo a nessuno, leggete attentamente e fate attenzione ai dettagli che stiamo per svelare

truffata sms
Bancomat (Getty Images)

In Italia le sorprese non mancano mai. Da qualche tempo non si parla d’altro che di truffa. Sembra che esiste un metodo infallibile, almeno fino a quando non viene scoperto, per svuotare in soli venti minuti un conto corrente.

Nel nostro Paese in un solo anno se ne contano 98mila e basta veramente poco per essere prosciugati online. Scopriamo tutti i dettagli.

GUARDA QUI>>>Giulia Stabile, il messaggio inaspettato della vincitrice di “Amici” e la sua speranza più grande

Truffa online: di cosa si tratta? I dettagli

Bancomat
Bancomat (Ahmad Ardity da Pixabay)

GUARDA QUI>>>“Domenica In” Mara Venier in compagnia di un ospite speciale – FOTO

Tutto parte con un messaggio, chiamato sms civetta. La fascia di età più colpita è quella che va dai quaranta e sessanta anni. Queste persone ricevono un messaggio con un link che rimanda ad un sito clone, si tratta di un sito artefatto uguale a quello di un istituto bancario.

Fino a qui nessun pericolo, ma il problema arriva dopo la chiamata da parte di un finto funzionario bancario che ha il compito di avvertire la vittima di una possibile truffa in corso.

Cosa fa? Chiede al diretto interessato di fornire subito le proprie credenziali di accesso. Arrivati a questo punto, dopo una ventina di minuti coloro che avranno accettato non si troveranno più neanche un euro sul proprio bancomat.

“Nell’ultimo anno e mezzo le truffe bancarie online sono aumentate a ritmi esponenziali”. Anche perché tutti possono cadere vittima di queste trappole, anche le persone più esperte”. Ha spiegato in un’intervista a Il giorno Manuel Bonsignore, avvocato specializzato in risarcimento del danno che lavora per Adiconsum, un’associazione in difesa dei consumatori.

“Infatti questi malware hanno raggiunto ormai un alto livello di sofisticazione. Anche un normale sistema di protezione del computer non basta per impedire il fenomeno”. Ha concluso.

bancomat
(Pixabay)

L’Arbitro Bancario Finanziario riesce a rimborsare parzialmente la vittima, che dovrà prestare attenzione per non cadere in questo tranello. Per prevenire la truffa servirebbero campagne specializzate.