Pericolosa fuga di dati dal Regno Unito: svelati 250 nomi di traduttori afgani

Il ministro della Difesa britannico Ben Wallace ha annunciato l’avvio all’inchiesta dopo l’errata divulgazione di dati di interpreti afgani.

Talebani
Talebani (Getty Images)

Il ministro della Difesa britannico Ben Wallace ha annunciato l’apertura di un’inchiesta dopo l’errata divulgazione di dati personali di interpreti afgani. Secondo quanto riporta la BBC, la violazione coinvolge almeno 250 traduttori che lavoravano al servizio per le forze armate del Regno Unito. I dati sarebbero stati erroneamente copiati in un’e-mail del Dipartimento della Difesa, consentendo a tutti i beneficiari del messaggio di leggere i dati sensibili dei destinatari, compresi nomi e foto associati.

NON PERDERTI ANCHE >>> Afghanistan, nuova promessa sulle donne: le parole del portavoce dei talebani

Fuga di dati dal Regno Unito: una “negligenza criminale”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Cumbre Vieja: l’eruzione del vulcano costringe massiccia evacuazione

Una portavoce del ministero della Difesa ha confermato questo lunedì sera (20 settembre) l’avvio all’indagine dopo l’accidentale violazione dei dati personali di circa 250 interpreti afghani in cerca di ricollocazione nel Regno Unito. “Ci scusiamo con tutti coloro che sono stati colpiti da questa inosservanza” – ha aggiunto – “stiamo lavorando al fine di garantire che ciò non accada di nuovo.

Promesse vuote secondo il parere di John Healey, responsabile delle questioni di difesa all’interno del Labour, il principale partito di opposizione. Su Twitter, il deputato ha sottolineato la gravità dell’accaduto: “Abbiamo detto alle vittime che avremmo garantito la loro sicurezza, ma questa fuga di dati ha messo inutilmente in pericolo vite umane.” Le vittime dell’errore governativo non si fermano ai traduttori colpiti, ma anche a tutti gli afghani intrappolati nei confini del Paese in mano ai talebani. Il politico ha pertanto chiesto al governo di “intensificare urgentemente gli sforzi” per garantire riguardo e sicurezza durante l’integrazione degli interpreti afghani colpiti nel Regno Unito.

Nel campo conservatore del primo ministro Boris Johnson, anche il deputato Johnny Mercer ha denunciato lanegligenza criminale” del governo, ritenendo l’inosservanza un errore inaccettabile che probabilmente costringerà molti di loro a cambiare residenza per evitare potenziali ritorsioni e rappresaglie.

Talebani
Talebani (Getty Images)

L’e-mail è stata inviata dal team responsabile dell’Afghan Relocations and Assistance Policy (Arap) del Regno Unito, a stretto contatto con gli interessati dall’ascesa dei talebani a Kabul.

Fonte BBC