Fridays for future, il 24 settembre è sciopero globale: salviamo il pianeta

Sarò giorno di scioperi e manifestazioni il 24 settembre 2021: il movimento Fridays for future ha organizzato qualcosa di importante per salvare il pianeta.

Manifestazione
(Getty Images)

Si terrà tra poco più di un mese la ventiseiesima Conferenza delle Nazioni Unite (Cop 26) sui cambiamenti climatici. L’evento è stato organizzato tra il 31 ottobre e il 12 novembre 2021 a Glasgow, in Scozia, ma anche in Italia se ne parla già da un po’. I ragazzi e le ragazze di Fridays for Future, infatti, hanno organizzato una serie di manifestazioni e scioperi coordinati in tutto il paese. 

Guarda qui —> Migrazione climatica: il fenomeno che potrebbe colpire 200 milioni di persone

Fridays for Future, sciopero globale il 24 settembre 2021

Guarda qui —> Riscaldamento globale, a rischio l’oasi più importante dell’Artico

Durante la Cop 26 ogni paese dovrà presentare a tutti gli altri i programmi attraverso i quali nei prossimi anni si impegnerà a ridurre le emissioni tossiche, con l’obiettivo di risolvere la crisi climatica. Si tratterà di un momento storico, e se andrà bene sarà anche un grande passo avanti per la vita di tutti gli esseri umani: tutti i paesi del mondo, infatti, dovranno capire come iniziare collaborare al più presto per contenere gli effetti della crisi climatica che già da anni influenza negativamente il pianeta. 

Anche in Italia i giovani di Fridays for Future si sono organizzati per coordinare un movimento di scioperi e manifestazioni che coinvolgono tutto il paese. Ora più che mai è necessario unirci alle masse di persone che protestano ovunque nel mondo sotto la guida di chi lavora e difende l’ambiente e viene sistematicamente ignorato” scrivono sul loro sito web ufficiale. E così il 24 settembre 2021 anche nelle città italiane si terrà lo Sciopero globale per il Clima. Lo scopo della mobilitazione è quello di chiedere ai leader mondiali che si riuniranno a Glasgow risposte e progetti utili per la giustizia climatica.

Manifestazione
(Getty Images)

La situazione è drastica: basti pensare alle inondazioni in Germania di quest’estate, o alle ondate di caldo estremo degli ultimi anni. Gli effetti della crisi climatica sono sempre più evidenti, e la Cop 26 potrebbe davvero essere l’ultima possibilità che la società contemporanea avrà per mettersi d’accordo e arginare il problema.