Violento terremoto capovolge l’isola: 1 morto, 11 feriti

L’ondata sismica ha colpito l’isola di Creta la mattina di lunedì (27 settembre), intorno alle ore 9:17: il bilancio delle vittime.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da euronews greek (@euronews_greek)

Un violento terremoto ha stravolto Creta: l’ondata sismica ha colpito l’isola più grande della Grecia nella prima mattinata di lunedì 27 settembre. Le prime scosse sono state registrate intorno alle ore 9:17 locali. L’epicentro è stato localizzato proprio nella cittadina di Arkalochori, dove ha perso la vita un operaio edile. Secondo quanto si apprende dalle fonti ufficiali, l’uomo è morto sul lavoro, schiacciato dall’improvviso crollo del tetto di una chiesa. Il bollettino iniziale conta 9 feriti e diversi edifici distrutti. A seguire gli ultimi aggiornamenti.

NON PERDERTI ANCHE >>> Smart Voting, Navalny accusa Google e Apple: “vigliacchi” e “complici”

Terremoto colpisce Creta: 30 scosse di assestamento

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Germania nel dopo Merkel: vittoria dei socialdemocratici

È stata una notte molto difficile, abbiamo avuto molte scosse di assestamento… siamo stati svegli tutta la notte.“, ha raccontato alla radio-televisione statale Ert il sindaco locale Chryssoula Kegeroglou. Il bilancio delle vittime si arresta all’unico decesso; mentre l’ultimo aggiornamento aggiunge altre 2 persone rimaste ferite, per un bilancio complessivo di 11 feriti.

La notizia trova conferma nelle parole del portavoce dei servizi di emergenza dell’Agence France-Presse, il quale ha precisato ai giornalisti di AFP che “Undici persone sono state ricoverate, principalmente per fratture. Due di loro sono stati trasferiti d’urgenza all’ospedale di Heraklion.” Secondo quanto riportano i dati dell’Osservatorio geodinamico di Atene, la scossa principale, di magnitudo 5,8 secondo, è stata seguita da almeno trenta scosse di assestamento: l’attività è proseguita per altre cinque ore.

È stato imprevedibile, un terremoto che assolutamente non ci aspettavamo.“, ha confessato il sismologo Efthymis Lekkas, presidente dell’organizzazione per la protezione antisismica citato dall’agenzia di stampa greca ANA.

Accorso sul posto anche il ministro della Protezione civile, Christos Stylianides, in compagnia di una squadra dei servizi contro le calamità naturali (EMAK).

Fonte CNN, Reuters, AFP