Due operai morti in un deposito d’azoto dell’ospedale: indagini in corso

Questa mattina, due operai sono morti mentre lavoravano in un deposito d’azoto dell’ospedale Humanitas di Rozzano, in provincia di Milano.

Eliambulanza
Eliambulanza (Silvano Rebai – Adobe Stock)

Terribile quanto accaduto questa mattina a Rozzano, in provincia di Milano. Due operai hanno perso la vita in un deposito d’azoto dell’ospedale Humanitas. Le due vittime sarebbero state trovate prive di vita all’interno del deposito. A quel punto è scattato l’allarme con diversi mezzi di soccorso precipitatisi sul posto. Purtroppo per i due operai non c’è stato nulla da fare. Ora sono in corso le indagini delle forze dell’ordine per chiarire le cause della morte e le dinamiche dell’accaduto.

Rozzano, due operai morti in un deposito d’azoto dell’ospedale Humanitas: indagini in corso

Nella mattinata di oggi, martedì 28 settembre, due operai, di cui non sono stata resa nota l’identità, sono morti all’interno di un deposito di azoto della sede dell’ospedale Humanitas di Rozzano, comune in provincia di Milano.

Carabinieri
(Getty Images)

Secondo le prime informazioni, riportate dalla redazione de Il Corriere della Sera, i due, dipendenti di una ditta esterna, erano impegnati nel rifornimento di azoto in un serbatoio del Campus Ricerca dell’ospedale, quando, per cause ancora da accertare, sarebbero stati investiti dall’azoto che sarebbe fuoriuscito.

Leggi anche —> Folgorato da scarica elettrica su un traliccio: muore tecnico dell’Enel 

Scattato l’allarme, sul posto sono arrivati i vigili del fuoco ed i sanitari del 118 a bordo di due ambulanze. Considerata la gravità della situazione è stato allertato e fatto atterrare anche l’elisoccorso. Purtroppo per i due operai non c’è stato nulla da fare, i medici hanno potuto solo constatarne il decesso.

Leggi anche —> Tragico incidente sulla strada provinciale: morta una coppia di coniugi

Presso il deposito dell’ospedale sono intervenuti anche i carabinieri che hanno avviato le indagini per chiarire i contorni della tragedia e accertare le cause del decesso dei due operai.

Soccorsi
Soccorsi (wellphoto – Adobe Stock)

Tra le ipotesi al vaglio, riferisce Il Corriere della Sera, quella secondo la quale le due vittime siano morte per via delle ustioni da congelamento provocate dall’azoto liquido che viene mantenuto a temperature molto basse. A coordinare le indagini, la Procura della Repubblica di Milano che ha aperto un fascicolo.