Aukus: l’UE conferma il rinvio dei negoziati con l’Australia

Sempre più profonda la crisi dei sottomarini, avviata dalla sigla Washington, Londra e Canmberra al neonato patto Aukus.

Sottomarino
Sottomarini (Getty Images)

I negoziati a lungo pianificati su un potenziale accordo di libero scambio tra l’Australia e l’Unione Europea sono stati rinviati a causa della profonda crisi diplomatica innescata dal patto Aukus. Siglato Washinton, Londra e Canberra, il neonato accordo anti-Cina ha sancito la fine del “contratto del secolo” con Parigi; tagliando Francia, e di conseguenza Europa, fuori dai giochi nella strategica regione indo-Pacifica. La notizia è stata annunciata dal portavoce della Commissione europea.

NON PERDERTI ANCHE >>> Patto Aukus: Macron e Biden verso il ripristino della fiducia

“Non è la fine dei negoziati”

 

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da GZERO Media (@gzeromedia)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Patto Aukus: il colloquio tra Emmanuel Macron e Joe Biden

Stando alle ultime dichiarazioni del portavoce della commissione europea, i negoziati di un potenziale accordo di libero scambio tra Australia e Unione Europea sono stati posticipati a novembre. “Posso confermare che il prossimo round di negoziati” con riferimento al commercio per un FTA (Free Trade Agreement o Accordo di Libero Scambio) “con l’Australia è stato rinviato di un mese.”, ha confermato ai media l’alto funzionario europeo.

Da quanto si apprende, la scelta delle autorità sarebbe ponderata: questo mese ci darà tempo per organizzare al meglio il tutto: non è la fine dei negoziati.” Di primo acchito, nessuna preoccupazione e alcuna punizione per nessuno, dunque. Eric Mamer ha pertanto assicurato il proseguimento dei negoziati, ma la pausa è necessaria per risolvere questioni rimaste ancora aperte, quali l’accesso al mercato e le indicazioni geografiche.

Il patto Aukus, firmato lo mese scorso, ha di fatto annullato l’accordo multimilionario con la Francia, con conseguente rinuncia da parte dell’Australia all’acquisto di 12 sottomarini dell’Esagonp a favore delle navi a propulsione nucleare statunitensi nel contesto di una nuova alleanza Asia-Pacifico con Stati Uniti e Regno Unito. La mossa non è stata accolta dall’Unione Europea e dalla Francia, delusa dal “voltafaccia” di Canberra, delle “menzogne” di Londra e del “colpo alle spalle” di Washington.

Sottomarino disperso: è affondato
Sottomarino (Foto di David Mark da Pixabay)

L’alleanza Aukus ha innescato una grave crisi diplomatica con la Francia, il cui governo ha dichiarato pubblicamente di non potersi più fidare del paese australiano.

Fonte Euronews