Covid-19, il bollettino dell’1 ottobre: 3.405 nuovi casi e 52 decessi

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, venerdì 1 ottobre, ha comunicato i numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha aggiornato lo stato dell’epidemia da coronavirus diffusasi nel nostro Paese. Stando al bollettino odierno, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 4.675.758 con un incremento di 3.405 unità in più rispetto a ieri. Continua a scendere il numero dei soggetti attualmente positivi che ad oggi ammonta a 93.652 (-656), così come quello dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva: 429 in totale e 11 in meno di ieri. I guariti sono 4.451.133, ossia 4.007 unità in più di ieri. Purtroppo si aggrava ancora il bilancio delle vittime con 52 decessi registrati nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a 130.973.

La Regione Friuli Venezia Giulia, si legge nelle note, ha eliminato 2 casi dal totale dei positivi, a seguito di due test positivi rimossi dopo revisione dei casi. La Campania specifica che 4 decessi registrati in data odierna sono avvenuti nel periodo compreso tra aprile e settembre. La Sicilia comunica che i decessi comunicati oggi sono avvenuti nei giorni scorsi.

Covid-19, bollettino: i numeri in Italia nella giornata di giovedì 30 settembre

Stando all’aggiornamento sull’epidemia di ieri, i casi di contagio complessivi dall’inizio dell’emergenza erano 4.669.355.

Coronavirus
(Getty Images)

Proseguiva il calo dei soggetti attualmente positivi che ammontavano a 94.308, così come il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva440 in totale. Le persone guarite erano 4.447.126. Il bilancio delle vittime totale in Italia saliva a 130.921.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 30 settembre: 3.804 nuovi casi di contagio e 51 morti

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di mercoledì 29 settembre

Stando al bollettino del Ministero della Salute di mercoledì, le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza erano 4.668.261. Ancora in calo i soggetti attualmente positivi pari a 95.979. Scendeva anche il dato dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva450 in totale. I guariti erano 4.441.412 con un incremento rispetto a ieri di 6.042 unità. Purtroppo, continua ad aggravarsi il bilancio delle vittime in Italia che portava il totale a 130.870.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 29 settembre: 3.212 nuovi casi e 63 vittime

OAS1, il gene che rende più resistenti al Covid: spiegato il motivo

Stando ad una recente ricerca, condotta dall’Università di Glasgow, il gene OAS1 renderebbe alcuni individui più resistenti di altri al Covid. La sua funzione sarebbe quella di attivare il meccanismo con il quale vengono spezzettati i virus a Rna tra cui appunto il SarsCov2.

Il professor Giuseppe Novelli – da mesi sullo studio stando a quanto riferito all’Ansa– ha spiegato come “Oas1 è un gene che sotto l’induzione dell’interferone attiva un altro enzima che taglia l’Rna. In sostanza attiva le ‘forbici’ che fanno a pezzi i virus a Rna, come quello del Covid“. Oas1 produrrebbe, ha proseguito Novelli, due tipi di proteina, una delle quali aggredisce quel pezzo di grasso che aiuta a viaggiare nella cellula. Chi possiede maggior quantità di queste proteine sarebbe quindi più resiste al Covid.

Monitoraggio settimanale: Rt stabile, cala incidenza dei casi

Stando al consueto monitoraggio settimanale dell’Iss e del Ministero della Salute, il quadro dell’epidemia da Covid sarebbe in miglioramento.

Nella bozza, riporta l’Ansa, si legge che l’indice Rt sarebbe rimasto stabile rispetto ai valori della scorsa settimana. A scendere, invece, l’incidenza dei contagi giunta a 37 casi ogni 100mila abitanti rispetto ai 45 del precedente.

Valori positivi anche quelli relativi alle ospedalizzazioni ed alla pressione sulle strutture. Il tasso di occupazione sarebbe giunto al 5,1% con una, seppur lieve, diminuzione delle persone ricoverate. L’abbassamento della soglia di contagi, si legge nella bozza, renderebbe adesso anche il tracciamento di potenziali focolai molto più agevole.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, monitoraggio Iss: sale lievemente l’Rt nazionale, in calo l’incidenza dei casi

Campagna vaccinale, obbiettivo 80% di immunizzati entro ottobre

L’Italia sarebbe sempre più vicina all’80% di vaccinati over 12. Stando a quanto riporta Tiscali News, la Fondazione Gimbe, avrebbe però rilevato come ancora, non sottopostisi a somministrazione sarebbero oltre 8 milioni di italiani, e di questi non si conosce effettivamente il numero esatto di quelli che sarebbero esenti per ragioni di salute.

E mentre la campagna vaccinale procede, in questi giorni sul tavolo di Governo ci sarebbe la decisione sull’ampliamento delle capienze in luoghi come Cinema, teatri e stadi. Come anche, in discussione, il periodo di quarantena che devono osservare gli studenti vaccinati: c’è chi propone una totale eliminazione e chi di ridurla di alcuni giorni.