“GF Vip”, concorrente perde le staffe in diretta. Rissa nella casa, Signorini interrompe il programma

La puntata del GF Vip di questa sera è cominciata con il botto: i concorrenti hanno iniziato a litigare furiosamente tra di loro.

Gf vip
Grande Fratello Vip (foto dal sito ufficiale del Gf Vip)

Alfonso Signorini ha perso le staffe questa sera al GF Vip, proprio perché i concorrenti a loro volta hanno cominciato a litigare animatamente tra di loro. Tutto è cominciato quando in settimana Soleil Sorge ha accusato alcuni di urlare come delle scimmie, e molti concorrenti hanno interpretato le sue parole come un insulto razzista. Non sono servite a nulla le sue scuse: tutti i suoi compagni della casa l’hanno condannata e questa sera si sono scagliati contro di lei. La casa era in tilt: così tanto da portare Alfonso a prendere una decisione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Mediaset, la decisione definitiva sul futuro del discusso programma

Alfonso Signorini interrompe la diretta del GF Vip: “Con voi non voglio parlare”

Alfonso ha deciso di chiudere il collegamento con loro e di interrompere tutto. “Io con persone così non ci parlo. Adesso chiedo ai miei autori di entrare nella casa e riportare loro la calma, io riprendo il collegamento con loro quando si saranno calmati“. Nella casa la situazione era implacabile: in molti erano scoppiati in lacrime, tra cui Lulù che si era alzata per scagliarsi contro Soleil, dicendole di non avere idea di quanto hanno sofferto loro nella vita. Successivamente, Alfonso si è arrabbiato molto con Ainett: “Noi in Italia i razzisti li sbattiamo in galera, non li mandiamo a fare il Grande Fratello. Questo non è razzismo, mi dispiace. Soleil ha sbagliato ma si è scusata, chi siamo noi per metterla in croce? Voi non avete mai sbagliato nella vita?“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Soleil sgancia la bomba su Onestini: “Fece cose gravissime”

Grande Fratello Vip
Foto dal sito ufficiale del GF VIP

Anche le opinioniste del programma ci hanno tenuto a specificare di non aver visto razzismo nelle parole di Soleil, ma solo un grande accanimento nei suoi confronti.