Vendemmia culmina in tragedia, 4 morti: chi erano le vittime

Tragedia a Paola (Cosenza) dove quattro persone, sabato 2 ottobre, sono decedute nel corso della vendemmia: le esalazioni non gli avrebbero lasciato scampo.

Vendemmia
(Carlotta Silvestrini – Pixabay)

Tragedia a Paola, provincia di Cosenza, nella giornata di ieri sabato 2 ottobre. Quattro persone sono morte durante la vendemmia. Le vittime sarebbero rimaste uccise dalle esalazioni provenienti da una vasca ricolma di mosto.

Facevano parte di due famiglie diverse – che quotidianamente si supportavano nelle attività agricole- i due settantenni deceduti insieme ad un 50enne ed un 46enne. A rimanere coinvolta anche una donna, trasportata in Ospedale per un principio di asfissia.

Sul caso la Procura di Paola ha aperto un fascicolo di indagine per appurare l’esatta dinamica dei fatti.

Paola, quattro morti durante la vendemmia: chi erano le vittime

Le vittime sono Santino Carnevale (70 anni) suo figlio Massimo, ed i fratelli Valerio e Giacomo Scofano, cognati del primo.

Monastier Treviso Eugenio Zanon muore dopo le nozze
Ambulanza (Claudio Caridi- AdobeStock)

Stando ad una prima ricostruzione operata dagli inquirenti, riporta la redazione di Fanpage, ad inalare le esalazioni tossiche sarebbe stato Santino. Per trarlo in salvo, poi, si sarebbe messo in moto il meccanismo di morti a catena. All’arrivo dei Vigili del Fuoco, tre delle vittime sono state rinvenuti all’interno della vasca del mosto, mentre una riversa in terra.

Leggi anche —> Imprenditore trovato agonizzante in strada e morto in ospedale: indagano i carabinieri

Le vittime appartenevano a due famiglie, da anni legate da rapporti d’amicizia. Non conducevano una vita agiata e sbarcavano il lunario portando avanti le attività agricole, nonché attraverso lavori saltuari.

Santino, riferisce Il Corriere della Sera, era tornato a Paola da pochi anni dopo aver vissuto all’estero. Suo figlio Massimo era già pensionato, a seguito di una malattia che lo aveva colpito. Giacomo Scofano, coetaneo di Santino, era un infermiere in pensione, padre di tre figlie. Valerio, fratello di quest’ultimo – invece- viveva con la famiglia e si trovava agli arresti domiciliari.

Leggi anche —> Cade da un’impalcatura mentre lavora in cantiere: morto operaio 56enne

L’uomo, riporta Il Corriere della Sera, era stato sottoposto alla misura cautelare dopo che la sua compagna, di nazionalità tedesca, lo aveva denunciato per stalking. Non avrebbe dovuto essere, quindi, in quel magazzino.

Carabinieri
Carabinieri (Federico – AdobeStock)

Su quanto accaduto sta indagando la Procura di Paola, in persona del Sostituto Procuratore Antonio Lepre. Gli inquirenti dovranno accertare l’effettiva dinamica dei fatti.