“Amici 21”, primo provvedimento disciplinare: “È una vergogna” – VIDEO

Primo provvedimento disciplinare di questa edizione di Amici 21. I ragazzi sono stati costretti ad essere messi in sfida: scopriamo insieme il motivo

Amici di Maria De Filippi
Amici di Maria De Filippi (screenshot Witty Tv)

Primo momento di tensione in questa edizione di Amici di Maria De Filippi. Sono trascorse solo tre settimane dall’inizio del programma e i ragazzi sono stati richiamati per non aver fatto pulizie nella casa e per non aver messo in ordine. Gli allievi sono stati radunati e la produzione ha mostrato loro un video in cui la casa è in condizioni pessime. Alla fine del video, Maria De Filippi ha detto loro che due cantanti e due ballerini andranno in sfida per questo motivo. Subito dopo, nella casetta è scoppiata una lite tra tutti i ragazzi presenti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Barbara D’Urso, si accende la prima lite con il fidanzato: il retroscena

Amici 21, primo provvedimento disciplinare: scoppia la lite in casetta

Infatti è stato chiesto loro di scegliere dei nomi, se non sarà così, la produzione farà un sorteggio casuale. Così LDA ha proposto di prendere dei fogli e di fare delle votazioni anonime, ma questo ha mandato in crisi tanti allievi nella casetta perché hanno cominciato a credere che le scelte saranno fatte in base alle preferenze. I ragazzi hanno litigato tutti nella casetta ma nessuno aveva intenzione di fare nomi. Allo stesso tempo, nessuno non si sentiva responsabile del caos. Altri, invece, sono andati in crisi dicendo che è assurdo rischiare il proprio posto nel programma per un motivo del genere. La maggior parte di loro ha deciso di seguire il consiglio di LDA e di fare le votazioni, altri hanno deciso di opporsi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> “GF Vip”, il web si scaglia contro Lulù: il gesto che ha fatto discutere

Maria De Filippi
Maria De Filippi (screen video)

Non sta a me educarvi” ha detto Flaza, decidendo di non votare. “C’è una redazione con dei filmati che sa chi è il responsabile e chi merita la sfida“.