Roma a rischio multa: scoppia la bufera sull’inno cantato dai tifosi. Retroscena inaspettato

I tifosi della Roma hanno intonato l’inno della loro squadra del cuore dopo quello della Seria A. Scoppia la bufera.

Roma Zorya statistiche formazioni curiosità
A.S. Roma (Getty Images)

Emozioni da brivido per la Roma. È scoppiata la polemica a seguito del match tra i giallorossi e l’Udinese della scorsa settimana, in cui la rosa di José Mourinho ha portato a casa una rete aggiudicandosi la vittoria.

Prima dell’inizio della partita, dopo la messa in onda dell’inno della Serie A, nello stadio dell’Olimpico ha risuonato quello storico del club giallorosso, “Roma Roma Roma” di Antonello Venditti. A intonarlo a cappella sono stati trentamila tifosi, dando così vita a uno spettacolo unico.

Se il brano infatti è stato trasmetto per poi interrompersi dopo poco, sugli spalti un coro scenico, accompagnato dalla sventolamento delle sciarpe, ha creato uno show unico. 

Una volta finito, l’attaccante Abraham ha applaudito ai tifosi tra le forti emozionati. Al suo fianco anche i suoi compagni si sono mostrati commossi e caricati dal supporto di tutta la curva sud dello stadio. A seguito dell’accadimento tuttavia è scoppiata la bufera in quanto è vietato dalla Lega calcio trasmettere gli inni delle squadre dopo di quello ufficiale della Seria A.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Serie A 2021/2022: calendario, risultati e classifica aggiornati

Roma, inno cantato a cappella: scoppia la bufera

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da AS Roma (@officialasroma)

 TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Conference League, il sorteggio del nuovo torneo Uefa

Durante la settima giornata di Serie A, la Roma ha monopolizzato l’attenzione nella sfida contro l’Empoli. A far scoppiare la bufera tra i giallorossi e la Lega calcio, la messa in onda dell’inno romano dopo “O Generosa” di Giovanni Allevi. In campo un coro, composto dalle migliaia di voci dei tifosi, ha infatti intonato il brano di Venditti creando uno spettacolo unico, talmente suggestivo che l’arbitro ha aspettato la fine dello show per fischiare l’inizio della partita.

L’evento ha scatenato polemiche e tensioni tra il club e la Lega, portando al rischio di una multa salata. Se l’inno della squadra di Mourinho ha risuonato all’Olimpico per un breve lasso di tempo, la situazione sarà monitorata per il prossimo match con l’Udinese a cui prenderanno parte per ora più di 23 mila tifosi che si sono già accaparrati i biglietti.

Roma CSKA Sofia Conference League
Roma CSKA Sofia (getty images)

Se in campo sarà di nuovo messo in scena lo spettacolo canoro, la Lega potrebbe prendere seri provvedimenti contro i giallorossi.