Marea nera riversa sulla California: alto rischio impatto ambientale

La perdita di petrolio vicino a Huntington Beach, a sud-est di Los Angeles, è stata descritta dalle autorità come “disastro ambientale”.

Alto rischio di disastro ecologico per la California a seguito della marea nera che questa domenica ha inondato le coste di Huntington Beach. I media condivisi sui principali social networks sono preoccupanti: nelle immagini, l’enorme chiazza di petrolio, di almeno 30 chilometri quadrati, si è riversata sulla località balneare a sud-est di Los Angeles, nota per le sue amatissime spiagge da surf. Eppure, dallo scorso 3 ottobre la spettacolare costa californiana ha completamente cambiato aspetto.

NON PERDERTI ANCHE >>> Uomo attacca 4 passanti con un martello: arrestato

3000 barili di litri di petrolio sulla spiaggia

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Vale (@valecucc83)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Seul apre al divieto di consumo della carne di cane

A causa di una fuoriuscita di petrolio da un oleodotto, la spiaggia si ritrova ricoperta di un vischioso manto nero. L’errore è costato l’intero equilibrio dell’habitat naturale: stando a quanto si apprende dal New York Times, pesci e uccelli morti sono stati rinvenuti arenati in riva al mare. Secondo quanto riportano le fonti ufficiali, la perdita di petrolio è avvenuta a circa tre miglia della città costiera di Newport Beach, a sud della California, a causa di un guasto in un oleodotto collegato alla piattaforma petrolifera offshore Elly, gestita dalla società Beta Offshore.

Le autorità locali, coadiuvate dai membri del dipartimento californiano della pesca e della fauna selvatica e dell’Oiled Wildlife Care Network, si sono mobilitate nel tentativo di contenere la vischiosa chiazza di petrolio, la cui estensione ha superato i 30 chilometri quadrati, da Huntington Beach a Newport Beach. Secondo i dati resi noti dai media internazionali, si stima una perdita di oltre mezzo milione di litri di petrolio, equivalente a circa 3.000 barili. Al momento restano sconosciute cause e circostanze della fuoriuscita, ancora oggetto d’inchiesta nella tarda serata di sabato 2 ottobre. Resta alto il rischio di disastro ecologico: i residenti locali sono invitati a stare lontani dall’area colpita.

spiaggia della california
Spiaggia della California (Getty Images)

La notizia è stata confermata anche dal sindaco di Huntington Beach Kim Carr. In conferenza stampa, il politico ha definito l’evento una catastrofe, la più devastante registrata negli ultimi decenni.

Fonte The Guardian