Seul apre al divieto di consumo della carne di cane

Da tradizione culinaria a pratica tabù: la carne di cane, ancora consumata in Corea del Sud, potrebbe presto essere bandita.

Valentina Vignali perde il cane
Muffin (Foto da Instagram)

Migliore amico dell’uomo per l’Occidente, il cane è sempre stato visto come alimento nei paesi dell’Asia orientale. Tra questi rientra anche la Corea del Sud; ancora per poco però, secondo le ultime dichiarazioni del presidente Moon Jae-in. Grande amante dei cani, il politico sudamericano ha recentemente sollevato la questione, sottolineando che, dato il periodo, “è forse giunto il momento” di sancire la fine della pratica secolare. Da tradizione culinaria a pratica tabù? Così sembra.

NON PERDERTI ANCHE >>> Ubriaco si aggrega alla squadra di ricerca: il ricercato era lui – FOTO

Verso la nuova svolta collettiva?

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da 문재인 (@moonjaein)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Aukus: l’UE conferma il rinvio dei negoziati con l’Australia

L’iniziativa è stata proposta dallo stesso presidente Moon Jae-in al primo ministro: “Non credi sia arrivato il momento di considerare, con cautela, il divieto di consumo di carne di cane?“, ha chiesto in occasione del loro incontro settimanale. Secondo quanto ha riferito un portavoce della presidenza, Moon Jae-in e il primo ministro Kim Boo-kyum si sono incontrati per presentare un piano a favore della cura degli animali abbandonati. Le parole del presidente rappresentano un primo passo importante verso la messa al bando della carne di cane che, in caso di effettiva attuazione, rivelerebbe l’inizio di un vero cambio di paradigma nelle abitudini comportamentali dei sudcoreani.

Un tempo molto apprezzata tra i fornelli, la carne di cane viene utilizzata sempre meno nella cucina sudcoreana. Lo confermano le stime rilasciate dai media stampa, le cui fonti ufficiali ne rimarcano la perdita, quasi assenza, di consumo tra le generazioni più giovani. Il declino di questa pratica secolare trova spiegazione nell’occidentalizzazione del pensiero pubblico: gli abitanti della Corea del Sud guardano oggi ai cani come fedeli animali domestici. Ciononostante, si stima che circa un milione di cani continuino a essere consumati ogni anno nel Paese. Amante degli animali, il presidente Moon Jae-in intende pertanto porvi fine.

Cane vomito cure naturali immediati
Cane (Getty Images)

Il presidente sudcoreano aveva già intrapreso la campagna sul tema del divieto di vendita e traffico di carne di cane.

Fonte The Guardian