Bruxismo, potresti soffrirne anche tu e non lo sai. Di cosa si tratta?

Il bruxismo non è mai stato così doloroso. Sai di cosa stiamo parlando? Ne soffre tantissime persone, potresti soffrirne anche tu. 

dentifricio fai da te
(pexels/pixabay)

Bruxismo deriva dal greco e vuol dire digrignamento dei denti. Molte persone “mostrano i denti” soprattutto durante la notte e quindi nel sonno, si tratta di una contrazione del tutto involontaria dei muscoli facciali o per meglio specificare della bocca. Questo fenomeno involontario senza alcuno scopo per la nostra vita si manifesta serrando la mascella in modo violento e sfregando i denti per entrambe le arcate dentali (superiore ed inferiore).

Ma per quale motivo digrigniamo i denti? Associare il bruxismo ad una causa ben specifica non è affatto facile, si è notato però che alcuni fattori facilitano questa pratica così fastidiosa. Tra i fattori scatenanti troviamo i disturbi del sonno, lo stress, l’ansia, l’agitazione, la paura, malattie muscolari, disturbi psicologici, malformazioni della bocca.

Il serramento dei denti in maniera statica, decisa, involontaria e violenta, causa non pochi problemi a chi ne soffre. Al contrario di quanto si possa pensare, stringere i denti causa molteplici problemi non solo alla bocca ma a tutto il nostro corpo. Scopriamo quali.

LEGGI ANCHE —> La dieta del riso, facile, veloce e indolore.

Quali sono i sintomi del bruxismo e come porvi rimedio

Lamentarsi nel sonno
(Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Anche tu soffri d’insonnia? Scopri come rimediare 

Come abbiamo già detto questa fastidiosa condizione si manifesta con un serramento dentale molto violento e decisamente doloroso. In una condizione normale (soprattutto quando dormiamo) le due arcate dentali non dovrebbero entrare in contatto ed i muscoli della bocca dovrebbero essere rilassati.

Dire però che il brusiamo si manifesta solo durante il sonno non è del tutto corretto, molte persone stringono i genti anche di giorno, ovvero quando il soggetto è perfettamente capace di intendere e di volere, ma incapace a rendersi conto di quello che sta accadendo ai suoi muscoli facciali.

Ma quali sono si sintomi e soprattutto le conseguenze che a lungo termine potrebbero creare una condizione di vita difficile per chi soffre di bruxismo?

Dal momento che il bruxismo è una parafunzione (attività muscolari potenzialmente dannose all’individuo) le conseguenze a lungo andare possono essere anche molto gravi. Nello specifico il gesto comporta:

  • dolore medio-forte localizzato alla bocca, ai muscoli, alla mandibola e alla mascella
  • mal di testa
  • cervicalgia e torcicollo (dal momento che i nervi del collo sono collegati anche ai denti)
  • secchezza alle fauci
  • stanchezza, spossatezza, irritabilità
  • lesione ai denti
  • problemi alle articolazioni
  • problemi al sonno

Se notate denti scheggiati, soffrite di cervicalgia perenne, avete dolore alle articolazioni e soprattutto alla bocca ma avete escluso altri fattori che potrebbero causarvi questi fastidi allora potrebbe trattarsi di bruxismo. Naturalmente a darvi la diagnosi sarà il vostro medico di fiducia o uno specialista del settore. E’ bene parlarne anche con il vostro dentista che sicuramente saprà consigliarvi come poter alleviare le vostre pene.

Quanto guadagna un dentista
Dentista (GettyImages)

Una volta accertato che la causa dei vostri malessere è il digrignamento dei denti verrete sottoposti al d calco per creare il vostro bite, un rivestimento in plastica che metterete sui denti di una delle due arcate (superiore o inferiore) e vi aiuterà a non sovraccaricare i muscoli e le articolazioni della bocca quindi ad evitare il bruxismo.

Di fondamentale importanza sarebbe anche praticare sport che vi rilassino, come ad esempio lo yoga o il pilates, grazie alle tecniche di respirazione che vi verranno insegnate imparerete a rilassarvi e quindi a scaricare meno la vostra tensione sui denti.

Potete anche pensare di assumere prima di addormentarvi qualche tisana, in commercio ed in erboristeria ce ne sono davvero tante. Erbe che vi aiuteranno a conciliare il sonno e a rilassare tutta la muscolature.

In ultimo ma non meno importante potreste pensare di sottoporvi alla riflessologia dei piedi, grazie a costanti massaggi sotto la pianta dei piedi i punti collegati con i nervi di tutto il vostro corpo verranno sollecitati (in positivo) e troverete giovamento.