Alberto Salerno a Yeslife: “Chi saranno i prossimi ospiti di Storie di Musica”

Intervista esclusiva a Alberto Salerno, paroliere e produttore discografico, noto per aver scritto canzoni come Vagabondo, Terra Promessa

alberto salerno
Il paroliere Alberto Salerno (Ufficio stampa)

Paroliere e produttore discografico, classe 1949, di origine milanese. Alberto Salerno è conosciuto da tutti per aver scritto testi di canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana. Vagabondo per i Nomadi, Bella da morire degli Homo Sapiens, Terra promessa di Eros Ramazzotti, Lei verrà di Mango, Donne di Zucchero Fornaciari e Io nascerò di Loretta Goggi.

Attualmente è impegnato con il suo format “Storie di Musica”, il programma racconta come nascono le canzoni, i dischi, alcuni aneddoti sugli autori e cantanti italiani. 

Curiosi abbiamo fatto qualche domanda all’autore, ecco cosa ci ha raccontato Alberto Salerno.

GUARDA QUI>>>“In gran forma” Federica Panicucci ed il primo piano che ti stende: la regina della bellezza – FOTO

Alberto Salerno
(Ufficio stampa)

GUARDA QUI>>>Marina La Rosa in barca scopre la sua parte più bella, è l’emblema della sensualità – FOTO

Storie di Musica è tornato con una nuova stagione, novità rispetto alla prima?

Le novità sono sempre gli ospiti e la mia personale ricerca sui testi di analizzare, soprattutto quelli che hanno scritto i miei colleghi o grandi cantautori. In futuro però non escludo che si possa spaziare oltre la musica, per esempio parlare di televisione 

 Gli ospiti delle puntate?

Scusa, ma non voglio svelare i prossimi ospiti, di sicuro nel mirino ci sono due grandi come Peppe Vessicchio e Shel Shapiro

 Un aneddoto sul format?

Francamente non ho aneddoti particolari, fu molto divertente un siparietto fra Lucio Salvini e me che ha avuto tante visualizzazioni

E sulla tua vita professionale?

Credo che tutti sappiano che ho appeso la penna al chiodo. A meno che non si tratti di qualcosa di straordinario che potrebbero propormi 

Com’è nata l’idea di Storie di Musica?

Molto semplice, nel periodo peggiore del primo Lockdown mi annoiavo così tanto che un pomeriggio ho acceso il pc e mi sono messo raccontare la storia di un disco. Mi sono divertito e così la faccenda è continuata 

Perché proprio su YouTube?

Mi sembrava il suo posto naturale anche perché non ne conosco altri di luoghi dove mettere i propri progetti 

Il web quanto ha influenzato la tua scelta?

Assolutamente no, il web mi interessa solo per capire le nuove tendenze musicali, ma io mi rivolgo al passato … del resto il mio mondo è quello. 

Qual è stata la storia che più ti ha toccato?

Sicuramente quelle raccontate da Laura Valente su Pino Mango.

Alberto Salerno
(Ufficio stampa)

Altri progetti in corso?

Potrebbe esserci la tv ma per ora è top secret.

BEATRICE MANOCCHIO