Calciomercato, il “Gallo” Belotti ai margini con Cairo: accettata la sua prossima destinazione

Il “Gallo” Belotti sempre più ai margini del progetto “Toro”. L’assenza prolungata del bomber fa riflettere: avrebbe già accettato la sua prossima squadra.

Torino-Atalanta
Andrea Belotti (Getty Images)

L’ambiente “Torino” e del suo rappresentante numero uno, Urbano Cairo ogni giorno è sempre più infastidito sulle reali condizioni fisiche del “Gallo” Belotti, ormai fermo ai box da inizio stagione.

Nonostante le due soste di mezzo, di Andrea neanche l’ombra in quel del centro sportivo granata. Eppure l’equipe medica del club non si è espressa in maniera preoccupante circa le sue condizioni di salute e/o stato di forma.

Nel nuovo Toro di Juric, la manovra ruota attorno all’estro del neo acquisto Brekalo e l’unico terminale offensivo a disposizione del tecnico, Antonio Sanabria, i cui sacrifici permettono un ottimo inserimento tra le linee dei centrocampisti.

Insomma l’inizio della stagione del Torino, senza il suo “Gallo” è stata tutt’altro che deludente. Ora che la squadra sembra aver trovato su per giù un’identità mentre il “fantasma” Belotti non sembra più quel calciatore cosiddetto “intoccabile”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Nations League, tutto sul nuovo torneo Uefa: precedenti e statistiche di Italia-Spagna

Il “Gallo” Belotti sempre più ai margini: ecco il vero motivo delle sue assenze “forzate”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Napoli, Spalletti punta Sarri. Sfida aperta tra i due allenatori

Il nuovo Torino del tecnico ex Verona, Juric ha già impressionato in questo inizio di campionato certamente al di sopra le aspettative, considerato l’andamento “malandato” della passata stagione.

Un Torino che ha rinforzato il proprio organico con l’innesto del talentuoso centrocampista croato, Brekalo e un “Gallo” in meno, lì come terminale offensivo. Insomma in termini realizzativi sembrava che i granata avessero perso tantissimo e invece pare che il nuovo traghettatore abbia trovato la quadra giusta e partecipativa per la nuova “creatura”.

Un organico scevro del suo “pezzo pregiato”, ovvero Andrea Belotti sempre più fuori dai progetti futuri del club.

Al rientro a Torino dell’attaccante reduce dal successo in quel di Wembley della Coppa Europea, Urbano Cairo gli aveva messo sul piatto un rinnovo contrattuale di 3,2 milioni di euro a stagione.

Una proposta che l’entourage del giocatore sembra aver rispedito indietro al mittente, facendo infuriare il numero uno del club. Dietro le continue “assenze forzate” del “Gallo” dunque sembra esserci dunque qualche sospetto di troppo.

La presunta rottura tra il Toro e Belotti potrebbe combaciare con alcune distrazioni che starebbero facendo vacillare l’attaccante reduce da 96 gol con la maglia del Torino.

Il “disturbo” potrebbe chiamarsi Massara o Maldini ovvero l’A.C. Milan. 

Andrea Belotti con la Coppa Europea
Andrea Belotti (Getty Images)

Al club di Via Aldo Rossi, estimatore del “Gallo” ai tempi di Berlusconi e non dispiacerebbe affatto averlo in rosa. Magari a partire dalla prossima estate dopo le scadenze del contratto di Ibrahimovic e Giroud, al di là dei quali potrebbe nascere un nuovo ciclo vincente, dove Belotti potrebbe essere il terminale offensivo di riferimento.