Pena di morte: Macron lancia l’iniziativa dell’abolizione universale

La proposta del presidente di Stato è stata annunciata durante la cerimonia dei 40 anni dalla sua effettiva cancellazione.

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Jicho TV Kenya (@jichotvkenya)

In occasione della celebrazione del 40mo anniversario dall’effettiva cancellazione della pena di morte sul territorio francese, il presidente Emmanuel Macron ha dichiarato in un discorso volontà, impegno e supporto nel rilancio della battaglia per l’abolizione universale della più grave forma di sanzione penale. L’annuncio è stato proferito questo sabato 9 ottobre, durante la cerimonia nazionale in memoria dell’evento storico. La commemorazione è avvenuta al Pantheon di Parigi; accanto a Emmanuel Macronn, l’avvocato e politico francese Robert Badinter.

NON PERDERTI ANCHE >>> Morta Ndakasi: la gorilla più amata dal web si è spenta a 14 anni

Pena di morte: avvio alla lotta per l’abolizione universale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Identificato Zodiac: il serial killer della California ha finalmente un volto

L’annuncio del presidente Emmanuel Macron è stato accompagnato dalla notevole figura della sinistra, l’ex Guardiano dei sigilli di François Mitterrand. L’avvocato e politico Robert Badinter promulgò l’abolizione della pena di morte nell’Esagono nel lontano 1981, mentre prestava servizio come Ministro della Giustizia sotto François Mitterand. L’alto funzionario ha inoltre ricoperto numerosi incarichi di alto livello presso organismi nazionali e internazionali che si occupano di diritti e giustizia. L’iniziativa relativa all’abbrivo contro l’abolizione universale della pena di morte, Emmanuel Macron ha parlato a nome della Francia e favorirà ilrilancio della lotta” dell’esecuzione capitale, organizzando un “incontro con i massimi vertici” per “convincere” i leader dei restanti Paesi che ancora lo riconoscono e lo applicano come valido strumento di condanna.

Alla cerimonia ufficiale erano presenti anche il successore, l’attuale ministro della Giustizia Eric Dupond-Moretti, il primo ministro, Jean Castex, e il ministro della Cultura, Roselyne Bachelot-Narquin.

Contestata per duecento anni, la pena di morte fu abolita in Francia solo nel 1981 sotto la guida di François Mitterrand che ne aveva fatto una promessa elettorale. Il disegno di legge sull’abolizione della pena di morte, difeso da Robert Badinter, fu adottato il 18 settembre all’Assemblea nazionale dopo due giorni di accesi dibattiti, con 363 voti contro 117. Dodici giorni dopo, il Senato approvò anche questa legge con 160 voti contro 126. Sarà però necessario attendere il 9 ottobre 1981 per vederne l’effettiva promulgazione sulla Gazzetta Ufficiale come legge n° 81-908.

emmanuel macron
Emmanuel Macron (Getty Images)

La Francia è il 35esimo Stato al mondo ad aver abolito la pena di morte.

Fonte France 24