Texas: la Corte d’Appello federale ripristina la legge anti-aborto

La decisione risale a venerdì 8 ottobre, quando la Corte d’appello federale ha autorizzato il Paese a ripristinare la rigida normativa.

Ancora un passo indietro per il Texas con la recente reintroduzione della legge anti-aborto. La decisione, presa questo venerdì 8 ottobre dalla Corte d’Appello federale di New Orleans, concede di fatto al Paese il totale ripristino della rigida normativa, con il conseguente divieto della maggior parte degli aborti su tutto il territorio. A seguire la complessa storia del decreto, contraddistinta, nella veste di legge ufficiale, da una lunga battaglia di ricorsi tra Stato e Governo federale.

NON PERDERTI ANCHE >>> Morta Ndakasi: la gorilla più amata dal web si è spenta a 14 anni

La legge anti-aborto tra approvazioni e sospensioni

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Identificato Zodiac: il serial killer della California ha finalmente un volto

La legge in questione, entrata in vigore mercoledì 1 settembre, vieta ufficialmente l’aborto una volta rilevato il battito cardiaco dell’embrione, intorno alle sei settimane, quando la maggior parte delle donne non ha ancora alcuna certezza sullo sviluppo di una potenziale gravidanza.

La normativa restrittiva era stata temporaneamente sospesa lo scorso mercoledì 6 ottobre dal giudice federale del Texas Robert Pitman a seguito di una ricorso da parte dell’amministrazione di Joe Biden. “Questa corte non permetterà che questa scioccante privazione di un diritto così importante continui un solo altro giorno.“, ha giustificato nello scritto di accompagnamento alla decisione giudiziaria.

Il repubblicano Ken Paxton, nonché procuratore generale del Texas, ha annunciato di aver fatto appello alla Corte federale di New Orleans, bollata tra le più conservatrici del Paese. La dichiarazione è stata rilasciata in un tweet: “Grandi notizie stasera” – ha accennato Paxton – “Combatterò gli eccessi del governo federale in ogni momento.

La risposta dell’organizzazione Planned Parenthood non è tardata.

Abusi sessuali condannato allenatore calcio Padova
Tribunale (Foto di Sora Shimazaki da Pexels)

Il collettivo non profit ha deplorato la legge definendola come testimonianza scritta che “ignora ancora una volta mezzo secolo di attività a tutela del diritto costituzionale all’aborto”.

Fonte Reuters