Trenord, l’arte sale sui treni: tutti in carrozza con BienNoLo 2021

L’arte e la poesia a bordo di un treno! Sì, avete capito bene! Le opere di BienNoLo viaggiano sui finestrini di un convoglio Trenord.

Biennolo treno arte
Treno (Foto da Pixabay)

Fino al 10 ottobre, su un convoglio Trenord, sarà possibile ammirare l’installazione ambientate intitolata “Paesaggi imprevisti” a cura dell’artista di origine croate Igor Eškinja. Un’occasione da non perdere, quella di farsi accompagnare in un viaggio fatto di parole, colori e immagini. Le stazioni che toccherà la carrozza artistica sono quelle di Saronno, Como, Asso e Lodi.

LEGGI ANCHE –> Amministrative Milano, Alessandro Pascale a YesLife: “Alternativa al sistema”

Un viaggio all’insegna dell’arte, della poesia e dell’immaginazione quello offerto da BienNoLo

Biennolo treno arte
BienNoLo – installazione (Foto da Instagram Igor Eškinja)

Il fine di questo tipo di esperimento è quello di far conoscere l’arte contemporanea e portarla quanto più possibile al di fuori del contesto museale allo scopo di una convivenza con il vivere quotidiano delle persone.

Igor Eškinja è partito proprio da questo concetto per l’elaborazione della sua opera che narra la frammentazione dello sguardo. Ha insistito principalmente sul rapporto – o meglio sulla relazione – che si viene a creare fra interno ed esterno. In questo caso tra la carrozza e il paesaggio che corre veloce fuori dal finestrino.

Tutti i giorni (dalle h. 12 alle h. 20) a bordo della carrozza artistica ci sarà una delle guide di BienNoLo, che spiegherà ai passeggeri interessati le particolarità e i connotati dell’opera – che durante il tragitto potranno raggiungere e visitare.

BienNoLo è la prima Biennale d’arte contemporanea di Nolo – quartiere milanese definito, per alcuni versi, “difficile”. Gli spazi della Biennale si presentano simultaneamente come uno spazio d’arte temporaneo, cittadino, metropolitano, centrale e periferico.

Per questa seconda edizione (la prima fu dedicata alle tematiche della paura e della sostenibilità), BienNoLo si occuperà del presente con uno sguardo rivolto ai luoghi, all’amore per il territorio e ai suoi percorsi.

L’arte, infatti, è vista come un mezzo, una possibilità di incontro fra il territorio e la produzione, in un sistema che immagina il cittadino come parte integrante e attiva dei processi di costruzione degli interventi. Non solo, come attore di una nuova narrazione sociale, in cui l’estro diviene il vero e proprio propulsore di una inedita visione partecipata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Incendio nella periferia di Milano: vigili ancora in attività