L’Iraq rivendica la cattura del tesoriere dell’ISIS Sami Jasim al-Jaburi

Lo ha riferito questo lunedì 11 ottobre il premier iracheno Mustafa al-Kadhemi: l’ex capo finanziere dell’ISIS era ricercato dagli Stati Uniti.

Sami Jasim al-Jaburi, ex leader finanziario dell’ISIS, è stato arrestato. Lo ha riferito questo lunedì il premier Mustafa al-Kahemi. La cattura del tesoriere terroristico è stata rivendicata dagli alti vertici della Repubblica dell’Iraq e la sua cattura, conclusa grazie agli sforzi dei servizi di intelligence locali, decreta ufficialmente la fine alle ricerche anche d’oltreoceano. Secondo quanto riporta il politico iracheno su Twitter, Sami Jasim al-Jaburi è stato catturato in un’operazione dei servizi di intelligence “fuori dai confini del Paese.” Stando a quanto si apprende dalla fonte ufficiale, il ricercato è ex vice dell’ex leader del gruppo Daesh, Abu Bakr al-Baghdadi.

NON PERDERTI ANCHE >>> Liberata Suor Gloria Cecilia Narváez: quattro anni di prigionia

Tra i più ricercati a livello internazionale

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Almeno 16 morti nell’incidente aereo in Tatarstan: a bordo paracadutisti

Sami Jasim al-Jaburi è tra i primi posti nella lista degli uomini più ricercati a livello internazionale: la figura chiave di Daesh, a stretto contatto con l’attuale capo dell’organizzazione jihadista, era adibita principalmente alla supervisione e alla gestione dei fondi dell’ISIS. Le informazioni collimano con gli scritti ufficiali, i cui documenti precisano che il ricercato svolgeva all’interno del noto gruppo terroristico il ruolo di “supervisore dei fascicoli finanziari ed economici dell’organizzazione terroristica”.

L’ex tesoriere di Daesh era nel mirino delle ricerche da sei anni; da quando Sami Jasim al-Jaburi è entrato a far parte dei “Specially designated Global Terrorist”, nel settembre 2015, nell’agenda del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti dell'”Executive order” 13224, che pone sanzioni finanziarie nei confronti dei terroristi e affiliati , in risposta agli attacchi dell’11 settembre 2001: da allora la normativa è stata rinnovata ogni anno. Stando a quanto si legge nel documento ufficiale del Dipartimento di Stato: “in carica come vice Daesh in servizio nel sud di Mosul nel 2014, [Sami Jasim al-Jaburi] avrebbe ricoperto il ruolo di ministro delle finanze per il gruppo terroristico, sovrintendendo ai proventi delle vendite illecite di petrolio, gas e oggetti d’antiquariato.”

profezia Baba veggente 2021
Attacco Isis – FOTO Getty Images

Dopo la rapida ascesa al potere nel 2014 in Iraq e nella vicina Siria, seguite dalla conquista di vasti territori, Daesh ha visto vacillare il suo califfato durante le conseguenti offensive dei due Paesi: l’Iraq ha dichiarato vittoria contro i jihadisti alla fine del 2017 e l’ISIS è stato sconfitto in Siria nel 2019.

Fonte BBC