Svolta nella morte di un artista di strada: confessa un ragazzo

Un ragazzo di 29 anni avrebbe confessato di aver aggredito l’artista di strada, ritrovato esanime in strada a Lecce nei giorni scorsi e poi morto in ospedale.

Polizia
Polizia (foxytoul – Adobe Stock)

Svolta nel caso della morte dell’artista, ritrovato privo di sensi in strada a Lecce nella notte tra il 5 ed il 6 ottobre e poi deceduto in ospedale, dopo 6 giorni di coma. Un ragazzo senegalese di 29 anni avrebbe confessato di aver provato a rapinare il 69enne, ma quest’ultimo, durante l’aggressione, sarebbe caduto a terra battendo la testa. Sul caso sono in corso le indagini della Procura che ha disposto l’autopsia sulla salma dell’artista di strada.

Lecce, artista di strada trovato esanime in strada e morto in ospedale: confessa un 29enne

Un ragazzo senegalese di 29 anni avrebbe confessato agli inquirenti di aver aggredito Leonardo Vitale, l’artista di strada morto in ospedale lunedì scorso dopo essere stato ritrovato agonizzante in una via di Lecce.

Ambulanza
Ambulanza (Mario – AdobeStock)

Vitale, madonnaro 69enne che dipingeva per le strade del Salento volti sacri, secondo quanto ricostruito era stato trovato privo di sensi in una strada buia del capoluogo di provincia pugliese, nei pressi della stazione ferroviaria. L’uomo, che presentava una profonda ferita alla testa, è stato subito soccorso e trasportato presso l’ospedale Vito Fazzi, dove è rimasto ricoverato in condizioni disperate sino a lunedì, quando il suo cuore ha smesso di battere.

Leggi anche —> Auto si schianta contro il guardrail sulla statale: morta una 19enne, feriti due amici

Immediatamente sono scattate le indagini della Polizia di Lecce per chiarire quanto accaduto anche attraverso le telecamere di sorveglianza poste in zona. Nelle scorse ore, la svolta. Come riporta la redazione dell’Ansa, un ragazzo senegalese di 29 anni avrebbe ammesso di aver provato a rapinare il 69enne, attirato da una mazzetta di soldi che gli aveva visto maneggiare in un locale poco prima.

Leggi anche —> Incendio divampa all’interno di una mansarda: morta una donna

Secondo il suo racconto, il giovane lo avrebbe seguito e poi aggredito, ma durante la colluttazione, Vitale sarebbe caduto a terra ed avrebbe battuto la testa.

Monastier muore dopo aver sposato compagna addio Eugenio
(Foto di Ryan McGuire da Pixabay)

A fare maggior chiarezza sulla vicenda sarà l’autopsia sulla salma del 69enne che è stata disposta dalla Procura che indaga per i reati di rapina e morte come conseguenza di altro reato.