Colto da un malore mentre fa jogging: giovane medico si accascia e muore

Un giovane medico di 37 anni è morto ieri pomeriggio a Camposampiero (Padova) dopo essere stato colto da un malore mentre faceva jogging.

Eliambulanza
Eliambulanza (karapiru – Adobe Stock)

Dramma nel pomeriggio di ieri a Camposampiero (Padova), dove un giovane medico di 37 anni è morto stroncato da un improvviso malore. Il 37enne stava facendo jogging vicino alla propria abitazione quando si è accasciato al suolo. Un automobilista di passaggio, vedendo l’uomo a terra, ha chiamato i soccorsi che, purtroppo, quando sono arrivati sul posto, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Padova, malore improvviso mentre fa jogging: giovane medico si accascia al suolo e muore

Nel pomeriggio di ieri, sabato 16 ottobre, un uomo è morto a Camposampiero, comune di circa 11 mila abitanti della provincia di Padova, mentre faceva jogging.

Polizia Locale
Polizia Locale (Stefano Neri – Adobe Stock)

A perdere la vita Filippo Morando, giovane medico di 37 anni, sposato e padre di due bambini piccoli. Filippo, scrive la redazione de Il Corriere del Veneto, era uscito di casa per allenarsi, ma al termine della seduta, a pochi metri dalla sua abitazione, si è sentito male e si è accasciato a terra. Un automobilista in transito, notando il corpo riverso a terra, ha subito chiamato i soccorsi.

Leggi anche —> Travolta da un camion mentre va a scuola: ragazza di 15 anni muore dopo giorni di agonia

Sul luogo indicato dall’automobilista, è intervenuta l’equipe medica del Suem 118. Considerata la situazione è stata fatta atterrare anche un’eliambulanza per un eventuale trasporto d’urgenza in ospedale. I sanitari hanno provato a rianimare a lungo il medico, ma alla fine si sono dovuti arrendere costatandone il decesso.

Leggi anche —> Parte un colpo di fucile in casa: muore ragazza di soli 15 anni

Intervenuti anche gli agenti della Polizia Locale del comune del padovano che si sono occupati dei rilievi del caso. Appurato che si è trattato di un malore fatale, riporta Il Corriere del Veneto, il pubblico ministero di turno non ha disposto ulteriori accertamenti ed ha dato il nullaosta per la restituzione della salma ai familiari per le esequie.

Soccorsi
(Giovanni Cardillo – Adobe Stock)

La tragedia ha gettato nello sconforto generale Camposampiero, dove il 37enne, che lascia la moglie, anche lei medico, e due figli, era molto conosciuto. Da qualche anno, Morando faceva parte dell’equipe del dottor Natalino Simioni, all’interno del reparto di Diabetologia all’ospedale di Cittadella.