Giovane operaio trovato morto in casa: la tragica scoperta fatta dai colleghi

Un operaio di 25 anni è stato trovato morto dai suoi colleghi in un alloggio di Sorbolo Levante di Brescello, in provincia di Reggio Emilia.

Ambulanza
Ambulanza (ChiccoDodiFC – AdobeStock)

Un ragazzo di soli 25 anni è stato trovato morto nella casa dove alloggiava con alcuni colleghi di lavoro. La tragedia si è consumata ieri mattina a Sorbolo Levante di Brescello, in provincia di Reggio Emilia. A chiamare i soccorsi i colleghi, i quali, andati a svegliarlo, si sono accorti che il 25enne non respirava più. Vani i soccorsi dello staff medico del 118 che hanno potuto solo constatarne il decesso, sopraggiunto per un malore che avrebbe colpito il giovane nel sonno.

Reggio Emilia, giovane operaio trovato morto nel letto: a dare l’allarme i colleghi

Colpito da un malore mentre dormiva. È morto così, nella mattinata di ieri, martedì 19 ottobre, un ragazzo a Sorbolo Levante, frazione di Brescello, comune in provincia di Reggio Emilia.

Soccorsi
Soccorsi (pixelaway – Adobe Stock)

A perdere la vita Alessio Minelli, operaio 25enne residente a Darfo Boario Terme (Brescia). Il giovane, secondo quanto riporta la redazione de Il Giorno, in questi giorni aveva preso, insieme a dei colleghi, un alloggio nella frazione in provincia di Reggio Emilia per svolgere dei lavori per la ditta di cui era dipendente. Ieri mattina, i colleghi erano andati a svegliarlo, ma si sono accorti che Alessio non rispondeva. Immediata la chiamata ai soccorsi.

Leggi anche —> Non si presenta a lavoro: medico trovato morto in casa

Presso l’abitazione è arrivato lo staff medico del 118 che ha provato a rianimare il giovane operaio. Purtroppo ogni tentativo è risultato vano ed i sanitari hanno dichiarato la morte.

Leggi anche —> Drammatico incidente stradale: muore ragazzo di 31 anni

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri di Brescello per gli accertamenti del caso. Il decesso, secondo i primi riscontri, scrive Il Giorno, sarebbe sopraggiunto per cause naturali: un malore fatale avrebbe colpito il 25enne mentre dormiva.

Chi l'ha visto Barbara Corvi
Carabinieri (Woody Alec – Adobe Stock)

L’autorità giudiziaria non ha, dunque, disposto ulteriori esami ed ha dato il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari di Alessio che lascia la moglie ed un figlio piccolo.